menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto: il manifesto dell'evento

In foto: il manifesto dell'evento

Treviso si veste di arcobaleno: svelata la seconda edizione del Q-pido Festival

Mostre, convegni, incontri, presentazioni e spettacoli a tematica Lgbt. Venerdì 10 maggio l’apertura della mostra “50 anni da Stonewall” poi due convegni su welfare e turismo

Prenderà il via venerdì 10 maggio la seconda edizione di "Q.pido Treviso Equality Festival", la rassegna dedicata alla cultura omosessuale, bisessuale e transgender organizzata dal Coordinamento Lgbte Treviso in occasione della Giornata Mondiale contro l'Omo-Bi-Transfobia, che animerà il capoluogo di eventi fino al 18 maggio.

Il programma

Dopo il successo della prima edizione, nel 2018, quest’anno il festival propone un ricco calendario di iniziative culturali con i patrocini del Consolato degli Stati Uniti d’America a Milano e dell’Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi, e con il contributo di Astoria Wines, Cgil Treviso, Pizzeria Piola, Increativ, Osteria Toniolo, e BB Treviso. Il primo appuntamento, in programma venerdì 10 maggio alle ore 19 alla Pizzeria Piola di Treviso, vedrà l’inaugurazione della mostra collettiva “50 anni da Stonewall”. L’esposizione, organizzata in collaborazione con il Treviso Comic Book Festival, comprende una selezione di opere eseguite da illustratori veneti in occasione del cinquantenario dei moti di Stonewall, lo scontro avvenuto nel 1969 a New York che segnò la nascita del movimento di liberazione gay. Seguirà, domenica 12 maggio alle ore 19.00 al Freak Bar, l’apertura di una seconda esposizione. Questa, dedicata al tema alla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, ripercorre e raccoglie le illustrazioni realizzare ogni anno dal 2013 ad oggi, sempre con il supporto del TCBF, in occasione della Giornata Mondiale contro l’Hiv. La programmazione di Q.pido Treviso Equality Festival, continuerà poi lunedì 13 maggio alle ore 20.30 al Cinema Edera con un evento organizzato in collaborazione con SoleLuna Doc Film Festival, rassegna internazionale di documentari, e la casa di distribuzione cinematografica AltriSguardi. L’appuntamento muoverà dalla proiezione di cortometraggi a quella della pellicola “Mamma + Mamma”, per concludersi con l’incontro con la regista Karole di Tommaso. Si prosegue mercoledì 15 maggio dalle ore 16 alle 19 a Palazzo Rinaldi con il convegno “Welfare arcobaleno: dai bisogni alle buone prassi”, realizzato con il patrocinio e la collaborazione di Enpap (Ente Nazionale Previdenza Assistenza Psicologi) e di Rete Lenford Avvocatura per i diritti Lgbt. Il simposio si pone l'obiettivo di mettere a confronto liberi professionisti Lgbt+ con gli Enti di Assistenza e Previdenza, e vedrà la partecipazione di Cassa Forense e Associazione Famiglie Arcobaleno. Nella giornata di giovedì 16 maggio il focus degli eventi sarà dedicato alla letteratura. Alle ore 18 alla Libreria Feltrinelli si terrà la presentazione del libro “Guida Arcobaleno” (Edizioni Golem). Durante l’incontro, organizzato grazie al sostegno dell’Associazione Nazionale di categoria degli psicologi Altrapsicologia, Roberta De Stefano del duo teatrale Le Brugole e l’autrice televisiva Giovanna Donini dialogheranno con la curatrice del libro, Paola Biondi.

Doppio appuntamento in programma per venerdì 17 maggio: dalle ore 10 alle 13 alla sede della Camera di Commercio di Treviso e Belluno di piazza Borsa si svolgerà il convegno “Turismo Lgbt: fra innovatività e consapevolezza”, con la partnership di Fondazione Marca Treviso, Gay Friendly Italy, e Iglta International Gay & Lesbian Travel Association. L’iniziativa, con il patrocinio della C.C.I.A.A. di Treviso e Belluno, mira al coinvolgimento degli operatori del settore turistico del nostro territorio, per presentare i vantaggi dell'apertura del territorio al mercato LGBT+. Sempre venerdì 17 maggio alle ore 21 alla Loggia dei Cavalieri si alza il sipario sullo spettacolo di cabaret del duo teatrale “Le bambole”. Ispirata al varietà degli anni ’60, la rappresentazione comprenderà irreverenti imitazioni di personaggi famosi, parodie dialettali di noti musical, e situazioni ispirate alle “Baruffe chiozzotte” di Goldoni. Al termine dello spettacolo, un brindisi offerto da Astoria. A chiusura del festival una tappa fuori città, sabato 18 maggio alle ore 19 al Chiosco Poplar di Casale sul Sile, “I am what I am”, aperitivo finale con djset nella cornice verde del Parco delle Vecchie Pioppe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tangenziale di Treviso: in arrivo due nuovi Targa System

Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Scuola elementare "Ancillotto": «In isolamento tutte le classi»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento