menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raduno triveneto degli Alpini a Vittorio Veneto: pronte centosettantamila guide

Dal 15 al 17 giugno la città sarà invaso dal Raduno delle Penne Nere. Per l'occasione sono state stampate ben 170mila guide da distribuire agli Alpini in arrivo nella Marca

VITTORIO VENETO Sono state stampate alla vigilia dell’Adunata nazionale di Trento ben 170 mila copie della Guida al Raduno Triveneto del Centenario. In 32 pagine sono contenute tutte le informazioni utili per seguire al meglio il grande raduno delle penne nere che “invaderà” Vittorio Veneto dal 15 al 17 giugno 2018.

Ovviamente il libretto, di cui 155 mila copie saranno allegate al prossimo mensile delle penne nere, L’Alpino, diretto da don Bruno Fasani, e altre 15 mila distribuite alle varie sezioni e gruppi del triveneto (anche al posto tappa dell’adunata di Trento sono andate a ruba) illustra il programma dettagliato dei tre giorni di raduno, l’ordine di sfilamento, le cartine con viabilità e parcheggi. Ma non solo, anche diverse informazioni sul territorio e sulle sue caratteristiche, le eccellenze, dai prodotti enogastronomici ai siti museali, ai monumenti storici, opere d’arte e chiese che la città e ogni paese del suo comprensorio, gli undici comuni che convergono sulla sezione Ana vittoriese, possono offrire.

La Guida si apre con il saluto del presidente nazionale dell’Ana Sebastiano Favero, quindi quello del presidente sezionale  Francesco Introvigne, del presidente della Regione Luca Zaia e del sindaco Roberto Tonon. In contemporanea, un programma più dettagliato sarà ripreso dall’edizione straordinaria dell’Alpin del Vittoriese, il periodico della Sezione di Vittorio Veneto, stampato in tremila copie inviate per posta ai soci, e distribuite ai radunisti, nel quale le descrizioni di mostre, personaggi  e motivazioni saranno molto approfondite, e conterrà oltre alle cartine necessarie per muoversi, anche la mappa con le chiese nelle quali il sabato 16 giugno si esibiranno in attesi concerti tutti i cori del Triveneto che hanno inviato la loro richiesta. E soprattutto l’esatta dislocazione delle sezioni nelle vie di ammassamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento