rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022

Modello 730 nella Marca: «Redditi in risalita dopo il Covid»

Venerdì 11 novembre la presentazione del report dell’attività del Caaf Cgil di Treviso. «Divario di circa 10mila euro nei redditi uomo-donna. Servono provvedimenti immediati per limitare il caro prezzi»

Dati alla mano il Caaf Cgil di Treviso, primo centro di assistenza fiscale in Veneto per numero di pratiche, ha presentato il nuovo report sui redditi dei trevigiani e sul loro andamento attraverso la lente delle dichiarazioni 730 elaborate fino allo scorso 30 settembre insieme a tutti i numeri dei modelli Isee e Auuf presentati in provincia di Treviso.

Venerdì 11 novembre, all'auditorium Cgil di via Dandolo a Treviso, a illustrare l'attività del Caaf sono stati Monica Giomo e il segretario generale della Camera del Lavoro di Treviso, Mauro Visentin. «Dalla nostra analisi - spiega Monica Giomo - nel reddito medio tra uomini e donne c'è un divario di circa 10mila euro ma è chiaro che la donna può avere una carriera lavorativa non continuativa rispetto agli uomini. I redditi medi stanno risalendo dopo il Covid, tutti cercano di dichiarare il massimo per detrarre le spese e portare a casa una somma che è molto importante aggiungere al proprio reddito familiare».

Mauro Visentin pone invece l'attenzione su costi della vita e imprese: «La preoccupazione principale è legata all'aumento importante della richiesta di cassa integrazione - commenta il segretario generale -. L'altro aspetto è il costo dei generi di prima necessità ormai insostenibile, a partire dal riscaldamento. Quello che non è stato fatto dal Governo precedente dovrà essere fatto da questa legislatura» è l'appello finale del sindacato.

Video popolari

Modello 730 nella Marca: «Redditi in risalita dopo il Covid»

TrevisoToday è in caricamento