rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Attualità Sant'Ambrogio di Fiera / Via Sant'Ambrogio, 37

RiCrearti, Renato Casaro firma il manifesto del Dipartimento dipendenze dell'Ulss 2

L'artista trevigiano ha messo la sua arte al servizio del progetto esperienzale dedicato al reinserimento in società dei pazienti affetti da dipendenze. «Un soffione diventa stormo di colombe, simbolo di rinascita e speranza nel futuro»

Un dente di leone si trasforma in uno stormo di colombe bianche: è questa l’immagine con cui l’artista trevigiano Renato Casaro, fra i più rinomati pittori di cinema (suoi, fra gli altri, i manifesti di “C’era una volta in America” di Sergio Leone e “Balla coi lupi” di Kevin Costner), ha disegnato il nuovo logo/manifesto di "RiCrearti", progetto esperienzale promosso dal Ser.D di Treviso e presentato ufficialmente mercoledì 31 maggio. Casaro, attualmente al lavoro su quattro nuovi manifesti per il cinema tra cui la prossima commedia con Enrico Brignano e un kolossal fantasy americano in uscita entro fine anno, si è detto disposto anche a mettere a disposizione i suoi leggendari manifesti per una nuova esposizione permanente negli spazi dell'Ulss 2. Un progetto nato proprio dall'incontro di oggi che potrebbe però avere un seguito concreto nel prossimo futuro.

L'opera

Aiuto reciproco, sostegno, sguardo al futuro e apertura alla comunità i messaggi chiave dell'opera di Casaro, ispirata inevitabilmente al mondo del cinema. La collaborazione con il dipartimento dell'Ulss 2 è nata durante la visita, da parte di utenti e operatori del Ser.D, alla mostra "Renato Casaro cartellonista del cinema" ospitata l'anno scorso al museo Santa Caterina di Treviso. Daniele, uno dei partecipanti al progetto, ha chiesto al maestro trevigiano se volesse mettere a disposizione la sua arte per realizzare il nuovo logo del progetto con lo scopo di promuovere il lavoro del Ser.D facendone conoscere le iniziative a sempre più persone, in particolare quelle bisognose di aiuto e supporto contro le dipendenze di ogni tipo. L’artista, comprendendo e condividendo l'intento della richiesta, ha subito offerto il suo supporto per realizzare il logo, che d’ora in avanti sarà utilizzato per promuovere il progetto e le iniziative ideate e organizzate dagli stessi utenti. Casaro, ricambiando la visita al suo atelier, si è recato alla sede di RiCrearti, nei locali della parrocchia di San Bartolomeo di Treviso, che ospita varie progettualità del Servizio per le dipendenze. Una visita che lo ha portato a trarre ispirazione per la realizzazione di 4 bozzetti da cui poi è stata scelta l'immagine finale diventata da oggi il logo del progetto.

foto maestro Casaro con logo RiCrearti

RiCrearti

Il gruppo RiCrearti, attivo dal 2019, svolge attività di riabilitazione sociale per gli utenti del Servizio Dipendenze (Ser.D), persone affette da disturbi da uso di sostanze psicoattive, legali e illegali e disturbi da gioco d’azzardo, affinché la persona sia protagonista del proprio percorso di riabilitazione. Nel gruppo i partecipanti, assieme agli operatori, progettano e organizzano momenti ricreativi, sociali e culturali. Ad oggi è composto da 20 partecipanti nel solo distretto di Treviso. Un'altra ventina invece a Conegliano. Si tratta di persone di varie fasce d'età, desiderose di poter tornare a una vita libera dalle dipendenze nei confronti di sostanze, alcol e gioco d'azzardo. La partecipazione agli incontri del gruppo è libera e aperta a tutti. L'unico requisito per poter partecipare è non essere in uno stato intossicato di dipendenza ma aver già iniziato un percorso di recupero, avendo voglia di mettersi in gioco dando il proprio contributo aiutandosi a vicenda. I contatti delle sedi in provincia di Treviso, per chi avesse bisogno di aiuto, sono i seguenti:
Treviso: Katia 0422 323850, Barbara 0422 323885
Oderzo: Connie 0422 715671
Conegliano: Loretta 0438 663850

I commenti

«Una collaborazione che è nata per caso e che mi ha subito incuriosito - racconta Renato Casaro -. Con i miei manifesti sono sempre stato convinto che bisognasse portare il cinema agli spettatori e non viceversa. Questo logo mi ha invece dato la possibilità di portare la realtà dei pazienti del Ser.D a tutte le persone. Mi son detto: perché non dare una mano? Tutte le mie idee hanno uno spirito cinematografico, come lo chiamo io, sono sempre opere in movimento e anche questo logo è nato così. Da questo fiore che esplode, soffiato da un vento positivo, si ricrea un’altra vita, più serena, simboleggiata dalle colombe bianche, immagine di pace e speranza nel futuro. Credo che condensi bene la storia degli utenti di questo progetto».

«Credo molto nel valore e nella potenza comunicativa dell'arte - le parole del direttore generale dell'Ulss 2, Francesco Benazzi -. Il maestro Casaro ci ha onorati con un'opera d’arte che ben rappresenta il gioco dell'amore, il sogno e la liberazione da un passato che per un periodo è stato pesante. Tutti noi commettiamo degli errori, l'importante è riuscire sempre a rialzarsi ed evitare di commetterli di nuovo. Per questo motivo il percorso di riabilitazione curato dai nostri Ser.D è di importanza fondamentale».

«La collaborazione con Renato Casaro ha raggiunto l’obiettivo della produzione di un logo unico e di valore che porta con se un messaggio chiaro: le persone affette da dipendenza vanno coinvolte attivamente nel loro percorso di recupero, in quanto portatrici di intenzioni, abilità e potenzialità che, se riconosciute e sostenute dai servizi e dalla comunità, possono garantire a se stessi una migliore qualità di vita e la partecipazione alla vita sociale» aggiunge Roberto Manera, direttore del Ser.D Treviso.

«L’incontro con il maestro Casaro è stato un bel momento di scambio rispetto ai nostri vissuti: abbiamo compreso la sua capacità di cogliere la storia del gruppo e renderla visibile attraverso un’immagine, come fa con le storie cinematografiche. Soprattutto ci ha fatto sentire a nostro agio, persone degne di stima e ascolto, atteggiamento che cerchiamo di vivere verso noi stessi e sollecitare nella comunità» conclude Katia Piovesan, assistente sociale referente del progetto RiCrearti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

RiCrearti, Renato Casaro firma il manifesto del Dipartimento dipendenze dell'Ulss 2

TrevisoToday è in caricamento