Attualità

Nominato il nuovo presidente di Fondazione Mazzotti: è il dott. Fabrizio Renzi

Andrà a sostituire l’ex presidente Riccardo Bertorelli, dimissionario ad aprile a seguito delle polemiche per essere stato scelto in qualità di specialista di rigenerazione urbana senza però averne titolo

Il presidente Fabrizio Renzi

E’ il dott. Fabrizio Renzi il nuovo atteso presidente, per il prossimo quinquennio, di Fondazione Giuseppe Mazzotti. Già membro del CdA dell’ente culturale trevigiano, nelle scorse ore Renzi è stato nominato direttamente dal Comune di Treviso, in persona del sindaco Mario Conte. Per 30 anni Direttore di Ricerca Innovazione e Tecnologia di IBM Italia, Renzi si occupa da sempre di gestire gli ambiti di ricerca e business in ambienti internazionali e multiculturali. Entrato a far parte di IBM Italia a Milano nel 1990, ha trascorso poi alcuni anni in laboratori di ricerca negli Stati Uniti, mentre dal 1997 ha ricoperto diversi ruoli con crescenti responsabilità manageriali in ambito tecnologia ed innovazione in tutta Italia. Successivamente, tra il 2009 ed il 2010 ha trascorso due anni a Dubai creando e guidando tutte le attività tecniche di IBM nei Paesi emergenti tra Est Europa, Medio Oriente ed Africa. Renzi, inoltre, ha conseguito un Master in Ingegneria Elettronica al Politecnico di Milano e un diploma dall'International Executive Program all'INSEAD di Parigi e Singapore.

Recentemente, poi, Renzi è stato nominato anche consigliere delegato di M9 District, il museo del ‘900 di Mestre per cui ha già avviato il progetto greentech “M9 a impatto zero”. L’obiettivo è ambizioso, ovvero quello di potenziare l'impianto fotovoltaico che si trova sul tetto dell'edificio così da far diventare l'M9 il più grande museo italiano ad impatto energetico zero, con una riduzione di emissioni di CO2 pari a quella garantita da una foresta di oltre 15 mila alberi. «Come Amministrazione comunale siamo davvero soddisfatti per aver scelto di affidare al dott. Renzi la presidenza di Fondazione Mazzotti – afferma il consigliere comunale Riccardo Barbisan –, anche perché il suo curriculum è inappuntabile, a prova di critica. Con lui, quindi, il Comune decide di puntare su una figura di tipo manageriale circondata però da altri esperti del territorio come la dott.ssa Emma Sdegno e il dott. Marco Chiarelli, anche lui di nuova nomina quale rappresentante del Comune nel Consiglio di Amministrazione».

Fabrizio Renzi andrà in tal mondo a sostituire l’ex presidente vittoriese Riccardo Bertorelli, dimissionario lo scorso 12 aprile a seguito delle innumerevoli polemiche, suscitate sia dalla Lega che dalle opposizioni a Cà Sugana, per essere stato scelto in qualità di specialista di rigenerazione urbana. Dubbi, infatti, erano stati subito sollevati circa il tipo di laurea da lui conseguita, così come il fatto di essersi presentato come “paesaggista urbanista” senza possedere uno specifico titolo accademico, tanto da scatenare persino le critiche dell’Ordine degli Architetti di Treviso. Da lì la decisione di fare un passo indietro rinunciando, dopo pochi giorni dalla nomina, all’incarico affidatogli dal Comune.

«La nomina di Renzi chiude un cerchio – conclude Barbisan – Dopo anni in cui la Fondazione Mazzotti ha dovuto vivere senza poter valorizzare al meglio il proprio vasto patrimonio culturale, lascito di grandissima importanza storica grazie alla lungimiranza di un uomo colto come Giuseppe Mazzotti, oggi l’ente rinasce. Inoltre, dopo l’accordo siglato nei giorni scorsi tra Comune e Camera di Commercio di Treviso per il rilancio del turismo della Marca, possiamo dire che si chiude finalmente anche ogni sterile polemica intorno proprio alla Fondazione, la quale semplicemente collaborerà attivamente per valorizzare e promuovere il nostro territorio senza però perdere la propria identità e mantenendo gli obiettivi a lungo termine».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nominato il nuovo presidente di Fondazione Mazzotti: è il dott. Fabrizio Renzi

TrevisoToday è in caricamento