Frana lungo la Alemagna in Fadalto: «Riapriremo entro fine anno»

Il sindaco Miatto: «Anas, Ferrovie Italiane e Autostrade si sono fatte carico di sistemare, magari anche già entro Natale, i tratti stradali di loro competenza»

La frana in Fadalto

E' stato un vertice assolutamente proficuo quello andato in scena oggi in municipio a Vittorio Veneto tra il sindaco Antonio Miatto e i rappresentanti di Anas, Autostrade e Ferrovie Italiane. Al centro del dibattito, infatti, è finita la pericolosa frana avvenuta negli scorsi giorni in zona Fadalto durante l'ondata di maltempo che ha colpito violentemente tutte l'Alta Marca trevigiana. 

I problemi di smottamenti sono però quasi all'ordine del giorno da anni in quella zona, tanto che già nel 2017 si erano verificati importanti disagi al traffico a causa di alcune frane provenienti dalla cima del Millifret. Quella volta Anas rispose che la responsabilità della bonifica spettava ai proprietari dei boschi lì vicino, ma in questo caso, dopo le insistenze del Comune, saranno la stessa Anas, Ferrovie ed Autostrade ad occuparsi di sistemare il versante e la strada sottostante.

«Lunedì alle ore 15 avremo il cronoprogramma definitivo degli interventi da eseguire - dichiara ai nostri microfoni il sindaco "Toni" Miatto - ma possiamo già dire che i lavori, meteo permettendo, dovrebbero terminare entro la fine dell'anno. Addirittura, se non dovesse piovere, potremmo riapire la Statale Alemagna anche per Natale. Nel frattempo sono già partiti i lavori di sistemazione dei binari ferroviari danneggiati dal maltempo e quindi contiamo di far ripartire il traffico ferroviario in zona per questa domenica». Nel frattempo è utile ricordare come la Linea 127 Vittorio Vittorio Veneto - Belluno (di MOM) è ancora interrotta per la frana in via Fadalto Alto, tanto che la linea è limitata a Nove.

Per quanto concerne poi Anas nel bellunese, è al momento chiusa la Strada Statale 52 dal km 64,137 al km 77,000 nei pressi di Passo Marnia – Vigo di Cadore per presenza di rami e alberi caduti in carreggiata, mentre è parzialmente riaperto, solo ai frontisti, il tratto Fiames – Passo Cimabanche dal km 107,000 al km 118,150 della Strada Statale 51 con passaggio però interdetto ai mezzi pesanti. Permane infine la chiusura, sempre sulla Statale 51, del tratto Passo Cimabanche in direzione Dobbiaco, mentre nelle prossime ore è prevista l’apertura del Passo Monte Croce Comelico, al km 110,200 della statale 52.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Corre in strada nuda e insanguinata: i residenti chiamano la Polizia

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento