Villa Lattes riapre le sue porte e il suo giardino ai visitatori

Sarà finalmente di nuovo possibile fare una passeggiata nel suggestivo parco circostante alla Villa, visitare l’originale e unica collezione di carillon proposta nel Museo Lattes, oltre che visitare la chiesetta e la collezione di antiquariato e le stanze settecentesche

Villa Lattes

Dopo la chiusura dovuta all'emergenza, da giovedì 21 maggio Villa Lattes a Istrana è finalmente pronta ad accogliere i visitatori nelle sue sale e nel suo parco, in totale sicurezza nel rispetto della normativa in tema Covid-19.

Villa Lattes è un importante edificio del 1715 realizzato dall’architetto Giorgio Massari, autore di altre importanti residenze patrizie a Venezia e nella zona dell’Asolano, come per esempio palazzo Grassi a Venezia, solo per citarne una.

Sarà finalmente di nuovo possibile fare una passeggiata nel suggestivo parco circostante alla Villa, visitare l’originale e unica collezione di carillon proposta nel Museo Lattes, oltre che visitare la chiesetta e la collezione di antiquariato e le stanze settecentesche.

Si potrà accedere alla villa singolarmente o a gruppi, preferibilmente su prenotazione. Sia negli spazi interni che negli spazi esterni della Villa, sarà obbligatorio mantenere le opportune distanze di sicurezza tra le persone previsti dalla normativa in corso, attualmente stabilite in un metro. L’accesso al Museo è consentito solo muniti di mascherina e con idonea igienizzazione delle mani.

Damina in bronzo-2

Euro&Promos Facility Management, azienda leader nei servizi culturali in Italia, ha avuto la concessione della gestione dell’interna Struttura per il prossimo biennio e, assieme ai suoi operatori qualificati e in stretta collaborazione con il Comune di Istrana, sta preparando diverse proposte culturali per l'estate 2020. 

La sicurezza e la tutela dei visitatori saranno al primo posto, per permettere di fruire delle speciali collezioni della famiglia Lattes; ma ci sarà spazio anche per rassegne teatrali e una vasta scelta di percorsi didattici e culturali per bambini e ragazzi, che troveranno nello spazio del parco un'occasione unica di divertimento e condivisione.

«Stiamo pensando a nuovi modi di fare cultura, che permetta alle persone di usufruire degli spazi in maniera sicura. Questo lungo periodo di sospensione delle attività culturali ha fatto capire a tutti noi quanto, troppo spesso, diamo per scontato le nostre bellezze: ville, parchi, musei e biblioteche. Questa sarà l'occasione per impegnarci ancora di più a renderle patrimonio di tutti» spiega Giorgia Onivello, responsabile della divisione cultura. «Vi aspettiamo per una visita guidata o una passeggiata nel nostro parco; dietro le mascherine ci saranno sempre i nostri sorrisi ad accompagnarvi»

IL MUSEO DI VILLA LATTES RIAPRE AL PUBBLICO DA GIOVEDI’ 21 MAGGIO 2020 CON IL SEGUENTE ORARIO:

  • GIOVEDI: dalle ore 9.00 alle ore 13.00
  • VENERDI’: dalle ore 15.00 alle ore 19.00
  • SABATO: dalle ore 09.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle ore 19.00
  • DOMENICA: dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle 19.00

INFO E PRENOTAZIONI:  0422/831888

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento