Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità Via Capitello, 18

Addio allo scienziato Richard Samson Odingo: Premio Gambrinus in lutto

Professore di Climatologia all'Università di Nairobi, nel 2009 aveva ricevuto il Premio Gambrinus "honoris causa" per il suo contributo allo studio sui cambiamenti climatici che, nel 2007, gli era valso il Nobel

Richard Samson Odingo premiato con il riconoscimento "honoris causa"

Il Premio Gambrinus Giuseppe Mazzotti partecipa al dolore dei familiari e della comunità scientifica africana e internazionale per la scomparsa di Richard Samson Odingo, venuto a mancare sabato 12 giugno a Nairobi, in Kenya), sua città di origine. Decano degli studi di climatologia africani, Odingo era professore ordinario di Climatologia all'Università di Nairobi e dal 2002 al 2008 vicepresidente del Foro intergovernativo sul mutamento climatico (Ipcc), il gruppo di esperti delle Nazioni Unite che si occupa di clima. Nel 2007 aveva ricevuto, ex aequo con Al Gore (vicepresidente degli Stati Uniti d'America durante la presidenza di Bill Clinton), il Premio Nobel per l’eccellenza delle sue ricerche scientifiche e l’infaticabile lavoro sui mutamenti climatici.

Il suo legame con il Premio Gambrinus Giuseppe Mazzotti era iniziato nel 2009, quando gli fu assegnato dal consiglio direttivo il premio Honoris Causa. Odingo era stato scelto come destinatario del riconoscimento per il suo contributo alla comprensione dei cambiamenti climatici in corso e per il suo convinto appello alle nazioni del mondo affinché prendessero con urgenza le decisioni e misure necessarie a vincere la “febbre” del pianeta, mettendo in moto quei grandi cambiamenti che il genere umano e la società moderna sono capaci di generare nei momenti di crisi, in modo da ripartire verso uno sviluppo sostenibile, sano e duraturo con una "green economy". Con il premio Honoris Causa nel 2009 la fondazione aveva voluto premiare l’uomo e il suo pensiero: "Quando andrò in pensione - diceva Odingo - sarò orgoglioso di aver partecipato alle attività delle organizzazioni scientifiche internazionali, nonostante tutte le difficoltà incontrate. Anche se sono povero materialmente, mi considero un uomo ricco dal punto di vista intellettuale perché, come risultato di tutto questo lavoro, sono diventato un’autorità nel campo dell’ambiente, del clima e di tutto ciò che la società deve fare per mantenerli datori di vita".

Da allora il Premio Gambrinus Giuseppe Mazzotti ha scelto di sostenere le battaglie di Odingo, così lontane geograficamente dai paesaggi per cui si era battuto Mazzotti, eppure così vicine ai principi che avevano guidato l’ispiratore del riconoscimento trevigiano. Con l’associazione Bioforest il premio ha sostenuto e avviato il progetto pluriennale di riforestazione coordinato e diretto da Odingo, denominato Operazione “Got Owaga”, nella Nyando Valley, a Nyanza in Kenya. Dieci anni più tardi, Richard Samson Odingo è tornato in Veneto, nuovamente ospite del Premio: a lui e ad altri luminari nell’ambito dei mutamenti climatici era toccato il compito di inaugurare il nuovo riconoscimento Premio Mazzotti Contemporaneo - Lampadiere dell’ambiente”, assegnati a quattro “eredi spirituali” dei valori mazzottiani nel corso del convegno “Mai più l’ambiente preso in giro”, svoltosi ad Asiago (Vicenza) venerdì 20 e sabato 21 settembre 2019. L’intervento di Odingo, assieme a quelli degli altri ospiti intervenuti, è stato raccolto nel volume “Terra ultima chiamata”, curato dal giornalista e componente della giuria del Premio Salvatore Giannella, edito nel 2020 da Antiga Edizioni.

«Uno scienziato rigoroso, onesto e appassionato - conclude il neopresidente Pier Francesco Ghetti, che nel 2009 faceva parte della giuria del Premio ed ebbe il piacere di conoscerlo personalmente - anticipatore su molti fronti, che chiedeva attenzione per la sua Africa e per i preoccupanti cambiamenti climatici che ne stavano modificando gli equilibri. Siamo felici aver dato il nostro contributo alle battaglie che ha intrapreso e continueremo a sostenerle in stretta collaborazione con Bioforest».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio allo scienziato Richard Samson Odingo: Premio Gambrinus in lutto

TrevisoToday è in caricamento