Ripresa delle attività sanitarie "ordinarie": ecco tutto quello che c'è da sapere

Da lunedì 4 maggio inizia la graduale ripresa delle attività ospedaliere secondo le priorità assegnate e con nuove regole di accesso

Da lunedì 4 maggio inizia la graduale ripresa delle attività sanitarie “ordinarie”, secondo le priorità assegnate e con nuove regole di accesso. Gli ospedali, i distretti e il dipartimento di prevenzione dell'Ulss 2 ritorneranno gradualmente alla normale attività, con la ripresa di tutte le prestazioni. La riapertura avverrà per step e con nuove regole di accesso ai servizi, al fine di limitare le possibilità di contagio e prevenire gli assembramenti. Si invita, a tal fine, ad accedere alle strutture socio-sanitarie solo per effettive necessità, indossando mascherina e guanti (in alternativa gel per disinfezione delle mani). Si ricorda che chi ha una temperatura superiore ai 37,5° non può accedere alle strutture sanitarie ed è opportuno che contatti il proprio medico di medicina generale L’accesso a tutte le strutture aziendali dovrà quindi avvenire, da lunedì 4 maggio, nel rispetto delle “Disposizioni di accesso alle strutture”.

OSPEDALE
L’accesso all’Ospedale è consentito esclusivamente a coloro che:

  • devono usufruire di prestazioni sanitarie (urgenti o programmate)
  • devono far visita ad un ricoverato
  • devono usufruire di prestazioni farmaceutiche

Non sono ammessi accompagnatori, ad eccezione di quelli a supporto di minorenni, persone disabili o comunque non autosufficienti, persone fragili in genere o con difficoltà linguistiche. L’ingresso ai bambini è consentito solo per motivi sanitari e possono essere accompagnati da un solo genitore. Agli ingressi degli ospedali sono allestite postazioni di controllo per lo screening di coloro che accedono. Una volta entrati gli utenti autorizzati dovranno recarsi al luogo dove viene eseguita la prestazione (entro 15 minuti dall’orario prefissato), attendere nel rispetto della distanza di un metro e, una volta eseguita la prestazione, lasciare l’ospedale. Le visite ai degenti sono autorizzate ad una sola persona, esclusivamente dalle 19 alle 20, e per una durata limitata. Le visite sono invece vietate nei reparti Covid, internistici e negli altri reparti in cui le condizioni cliniche dei pazienti ricoverati sono particolarmente fragili. 

PRONTO SOCCORSO
Sono previsti percorsi differenziati di accesso per pazienti Covid e non Covid, indicati da apposita segnaletica. E' opportuno recarsi al PS solo per traumi e ferite o altre condizioni di emergenza o dopo aver interpellato il proprio medico curante/di continuità assistenziale.

SERVIZI TERRITORIALI
Gradualmente nelle prossime settimane riprenderà l’attività al pubblico anche dei servizi socio-sanitari territoriali, con tempi e modalità che saranno comunicati successivamente, ma sempre nel rispetto delle linee guida generali per la prevenzione del contagio.

SPORTELLI AMMINISTRATIVI DISTRETTUALI
Gli utenti possono rivolgersi agli sportelli distrettuali telefonicamente o via email, come precisato sotto per ciascun distretto. Questa è la modalità raccomandata per tutti. Per coloro per i quali questa modalità non fosse possibile, da lunedì 4 maggio 2020 l’accesso di persona allo sportello delle sedi distrettuali sarà esclusivamente previo appuntamento telefonico o via mail.

POLIAMBULATORI
Non sono ammessi accompagnatori, ad eccezione, come per gli ospedali, di quelli a supporto di: minorenni, persone disabili e non autosufficienti, persone fragili in genere o con difficoltà linguistiche.

PRELIEVI
Da lunedì 11 maggio l’accesso ai prelievi sia nelle sedi ospedaliere che in quelle distrettuali è previsto solo su prenotazione. Fino a quella data sarà possibile accedere senza prenotazione.

AZIONI PRESTAZIONI SPECIALISTICHE
Da lunedì 4 maggio sarà possibile prenotare:

  • prestazioni in classe di priorità U (entro 72 ore);
  • prestazioni in classe di priorità B (entro 10 giorni);
  • prestazioni in classe D (entro 30 giorni);
  • percorsi/controlli oncologici e materno-infantili;
  • controlli a breve per riacutizzazioni.

Successivamente e gradualmente, con tempi da definire, sarà consentita la prenotazione anche delle prestazioni meno urgenti. Gli appuntamenti annullati dall’Ulss a seguito dell'emergenza coronavirus verranno riprogrammati dal Centro Unico Prenotazioni. Gli utenti saranno progressivamente ricontattati. Gli sportelli rimangono chiusi fino a nuove disposizioni. Da lunedì 4 maggio riprende poi la prenotazione dell’attività di libera professione (LP).

UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO
Per dubbi o richieste di chiarimenti è possibile contattare l’Ufficio relazioni con il pubblico:

  • Dal  sito aziendale:  www.aulss2.veneto.it/web/ulss-2-marca-trevigiana/urp
  • Telefonicamente o via mail:

URP Treviso: tel. 0422 322922 dal LUN al VEN ore 8.00-18.00

mail: urp.treviso@aulss2.veneto.it

URP Asolo: tel. 0423 731994 dal LUN al VEN ore 9.00-13.00

mail: urp.asolo@aulss2.veneto.it

URP Pieve di Soligo:  0438 663608 dal LUN al VEN ore 9.00-13.00

mail: urp.pieve@aulss2.veneto.it

SERVIZI ONLINE

Si invita a utilizzare preferibilmente i servizi online messi a disposizione dall’Azienda accessibili attraverso il sito www.aulss2.veneto.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ulteriori informazioni di dettaglio sulle nuove modalità di accesso ai servizi sanitari la guida completa è reperibile sul sito dell’Ulss 2, nella sezione “Emergenza coronavirus. Informazioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Maltempo, albero cade e travolge un'auto: vigilante ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Gli immigrati della Serena devono tornare a casa loro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento