Attualità Santa Maria del Rovere / via 55° Reggimento Fanteria

Riqualifica di Santa Maria del Rovere: spesi 300mila euro per salvare gli alberi

L'assessore comunale Sandro Zampese: «Seguendo il cronoprogramma dei lavori pensiamo di completare tutti i sottoservizi del quartiere entro fine luglio, compresa la realizzazione di tutta la nuova illuminazione a led»

Trecento mila euro di over budget per salvare il patrimonio arboreo presente nel quartiere di Santa Maria del Rovere. Questo quanto deliberato, nei giorni scorsi, dalla Giunta comunale di Treviso per tutelare l’ambiente locale e contestualmente procedere con l’inizio dei lavori per riqualificare l’intero quadrante. «Questa maggiorazione, rispetto alle somme inizialmente stimate per tutto il progetto, è stata dettata da alcune difficoltà tecniche nei lavori riscontrate in zona dopo i primi scavi di controllo - dichiara l’assessore comunale ai lavori pubblici, Sandro Zampese – Una volta individuato l’apparato radicale delle piante presenti nel quartiere, soprattutto nell'area tra Piazza Martiri di Belfiore e Via 55° Reggimento Fanteria, abbiamo deciso di andare incontro alle richieste dei residenti che chiedevano una maggior attenzione per il verde pubblico. Dunque, nonostante un aumento di costi per i sottoservizi e gli scavi, abbiamo deciso di tutelare le piante e cambiare così in parte il progetto originale del cantiere».

L’obiettivo del Comune, infatti, è quello di rendere il meno impattanti possibili tutti gli scavi che caratterizzeranno fino a dicembre tutto il quartiere, per un nuovo orientamento alla ecosostenibilità. Proprio per questo motivo, Ca’ Sugana ha deciso di riasfaltare Via 55° Reggimento Fanteria con materiale drenante, mentre il rivestimento di Piazza Martiri di Belfiore (fino al Cinema Edera) verrà rifatto in porfido e non più in cemento come inizialmente previsto. E ancora, verranno ripensati i parcheggi che, pur rimanendo sostanzialmente invariati nel numero, verranno spostati da sotto gli alberi alla sede stradale per essere in tal modo posizionati in linea, lasciando comunque spazio sia per la carreggiata che per pedoni e ciclisti, mentre verrà abbassato il limite di velocità a 30 km/h. «Seguendo il cronoprogramma dei lavori che ci siamo dati – continua Zampese -, pensiamo di completare tutti i sottoservizi del quartiere entro fine luglio, compresa la realizzazione di tutta la nuova illuminazione a led. Inoltre, per il prossimo autunno contiamo di far tornare in piazza i classici mercatini rionali. In ogni caso, il focus rimarrà comunque sul posizionamento delle tubature per la fognatura nera e sul collegamento con il depuratore comunale, così come sta avvenendo anche lungo la Noalese a San Giuseppe. Insomma, siamo di fronte ad un grande intervento ambientale da oltre 5,5 milioni di euro di investimento e di cui, come Amministrazione, andiamo molto fieri».

«Anche da parte nostra abbiamo avuto un piccolo aumento di costi - afferma Pierpaolo Florian, amministratore delegato di ATS – Con le nuove modifiche il cantiere si è difatti reso più complicato, soprattutto perché, da un lato, oggi è richiesta una maggior attenzione negli scavi e, dall’altro, la falda acquifera in zona è in una posizione molto alta e per questo andrà drenata per posizionare sia le tubature per la fognatura che per l’acquedotto. Andremo dunque a spendere ben oltre 500 mila euro, ma l’importante è salvare gli alberi e rispettare le richieste di cittadini e Comune». «Ringrazio davvero l’assessore Zampese e Alto Trevigiano Servizi per l’attenzione dimostrata verso l’impianto arboreo del quartiere – conclude l’assessore comunale all’ambiente, Alessandro Manera – E’ un bel gesto quello di modificare il piano dei lavori, nonostante un lieve aumento delle spese, per assecondare le richieste dei residenti e sposare così la linea verde della nostra Amministrazione. Questo dimostra come a Treviso ci sia un nuovo spirito legato alla ecosostenibilità ambientale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualifica di Santa Maria del Rovere: spesi 300mila euro per salvare gli alberi

TrevisoToday è in caricamento