rotate-mobile
Attualità

Risparmiatori Veneto Banca: "Cabina di regia per una soluzione condivisa e definitiva"

Nell’assemblea dei soci svoltasi il 21 giugno si è deciso di rivolgere un appello a tutti i parlamentari veneti affinché si facciano promotori di una “cabina di regia” per la soluzione politica dell’ingiustizia subita dai risparmiatori veneti

TREVISO L’associazione Per Veneto Banca presieduta da Matteo Cavalcante rilancia l’iniziativa dei “risparmiatori traditi” con una chiamata alla responsabilità e all’azione di tutti i parlamentari veneti. L’associazione Per Veneto Banca, che riunisce oltre 200 risparmiatori dell’ex banca popolare ora acquisita da Banca Intesa insieme a Popolare di Vicenza, ha ripreso in questi giorni la propria iniziativa lanciando una campagna rivolta a tutti i parlamentari veneti.

Nell’assemblea dei soci svoltasi il 21 giugno si è deciso di rivolgere un appello a tutti i parlamentari veneti affinché si facciano promotori di una “cabina di regia” per la soluzione politica dell’ingiustizia subita dai risparmiatori veneti. “Si proceda con un metodo condiviso” scrivono i soci di Per Veneto Banca nella missiva rivolta a deputati e senatori eletti in Veneto, “coinvolgendo tutte le associazioni; si valutino le proposte già sul tavolo; si prendano in considerazione altre proposte che potranno arrivare da esperti e dallo stesso mondo associativo. Si lavori tutti insieme in modo da produrre presto una proposta soddisfacente per tutti i risparmiatori traditi, sostenibile sul piano economico e su quello tecnico-giuridico.”

“Il Parlamento passi dalle parole ai fatti” continua l’appello dei risparmiatori “La nostra Associazione si è sempre contraddistinta per un attivismo serio e costruttivo.” ma “non possiamo permetterci ancora di aspettare, di rinviare, di non decidere. L’economia veneta non può permetterselo. Ogni giorno che passa si stanno bruciando capitali di aziende e famiglie. Diverse proposte di soluzione concreta sono state avanzate finora, da parlamentari e non” sostengono i risparmiatori della ex popolare e “recentemente, su iniziativa di tre parlamentari veneti, si è promossa l’idea di un Osservatorio con compiti di indirizzo sulla questione banche popolari venete.”

“Bene anche questa ultima iniziativa - ci spiega Matteo Cavalcante - ma non è sufficiente, si trasformi l’Osservatorio in una vera e propria “war room” per valutare presto le proposte sul tavolo e arrivare ad una soluzione concreta e soddisfacente, lontana dall’elemosina finora ipotizzata. Attenderemo le risposte di ciascun parlamentare e continueremo la nostra azione di pressione propositiva” continua Cavalcante. “Vogliamo spingere la politica a riprendersi la propria autorevolezza. C’è una ferita aperta che va sanata, i risparmiatori veneti hanno in corpo una freccia, non chiediamo di sapere chi l’ha lanciata, chiediamo che venga estratta subito! Lo può fare solo la politica ed è il momento di agire”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risparmiatori Veneto Banca: "Cabina di regia per una soluzione condivisa e definitiva"

TrevisoToday è in caricamento