Ritorno a scuola: al Brandolini di Oderzo partono le lezioni in presenza

Il Direttore Padre Massimo Rocchi: « Si parla di aule, di banchi, di mascherine, di gel disinfettante...non di ragazzi, di educazione e di formazione della persona»

Il primo giorno alla Primaria Brandolini

Il Brandolini con i suoi 870 allievi e cinque ordini di scuola (Primaria, Medie, Liceo Scientifico:Base-Scienze–Sportivo, Liceo Economico Sociale e i corsi Engim di formazione professionale) riparte in presenza con serenità e ottimismo.Mercoledì, infatti, sono stati accolti festosamente i bimbi delle classi prime della scuola Primaria, poi toccherà alle classi prime della scuola media e dei licei e, infine, arriverà il generale rientro di tutti gli allievi. Le lezioni inizieranno gradualmente con orari brevi e per singole classi per spiegare in forma adeguata le regole e i comportamenti di prevenzione Covid-19 da tenere in classe e nelle parti comuni dell’Istituto.

Lunedì 14 settembre, quindi, tutti gli studenti sarannno a scuola e tutti gli insegnanti in cattedra, con lezioni a orario completo in presenza e con aule capienti per ciascuna classe. «Il nostro Istituto - dichiara il Direttore Padre Massimo Rocchi - ha svolto in estate i rientri post-scuola, i centri estivi in sede e i campi estivi in in campeggio montano. C’è un benessere dei ragazzi che va oltre l’ambito strettamente sanitario, che tocca gli aspetti relazionali, interiori e psicologici, che sono altrettanto importanti e di cui si parla poco. C’è un contagio positivo della mente e del cuore che per i giovani è fondamentale almeno quanto la necessità di prevenire il contagio fisico. Ma di questo non se ne parla. Si parla di aule, di banchi, di mascherine, di gel disinfettante...non di ragazzi, di educazione e di formazione della persona».

«Nonostante la situazione economica negativa, e il calo demografico, il nostro Istituto paritario gode di un trend di crescita nelle iscrizioni degli allievi. Siamo pertanto sereni e positivi, pur consapevoli che la situazione sanitaria ci impone di modificare i nostri abituali comportamenti e che la prevenzione è un dovere di tutti!» conclude Padre Rocchi.

foto inizio scuola (3)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento