Ritorno a scuola a San Biagio di Callalta: investiti 200 mila euro per le medie

Nel frattempo il Pedibus è ancora sospeso e il servizio del tempo integrato verrà avviato nelle settimane future

La scuola media di San Biagio

Lunedì suonerà la campanella per il rientro a scuola anche degli studenti delle scuole di San Biagio di Callalta. L’Amministrazione comunale ha lavorato in queste settimane per adeguare gli spazi scolastici e, d’intesa con la Dirigenza scolastica, coordinare tutti gli interventi che rendano possibile un avvio delle lezioni in sicurezza.

Sul fronte degli edifici sono 200 mila gli euro stanziati dal Comune per i lavori di adeguamento degli spazi interni alla scuola secondaria di I grado “Martini” del capoluogo, edificio che durante l’estate è stato anche oggetto di adeguamento sismico. Oltre agli interventi di edilizia, il Comune ha provveduto anche ad acquistare 13 scrivanie richieste dalla Dirigente della scuola, prof. Elisabetta Costa-Reghini. “Altri 90 mila euro – assicura il sindaco Alberto Cappelletto, che sabato ha inaugurato la nuova sede dell’istituto paritario Galilei ad Olmi – saranno investiti sulla scuola di Fagarè dove saranno sostituiti tutti gli infissi nell’ottica anche di un risparmio energetico”.

L’assessore all’istruzione, Martina Cancian, ricorda l’impegno del Comune anche sui fronti dei servizi. “I cambiamenti resi necessari dalle normative anti Covid – spiega- hanno imposto delle modifiche al servizio di ristorazione scolastica, che comporta un aumento del costo di circa 40 mila euro che vorremmo coprire con risorse comunali”. In merito al trasporto scolastico si sono susseguiti fino a venerdì i contatti con l’azienda Mom per adattare il servizio alle mutate esigenze della scuola: “Da ultimo con la Dirigente scolastica abbiamo tenuto conto del fatto che per la prima settimana la scuola secondaria di primo grado farà orario ridotto, e quindi l’uscita degli studenti sarà anticipata alle ore 12”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il servizio del tempo integrato verrà avviato nelle settimane future, dopo aver verificato il funzionamento della macchina scolastica nei giorni di avvio: sono già state organizzate degli incontri in video conferenza con i genitori per condividere tutte le novità. Il Pedibus al momento è sospeso in attesa che l’Ulss trevigiana fornisca le indicazioni necessarie per il suo svolgimento in sicurezza. “So che nelle famiglie alleggia un po’ di preoccupazione per il ritorno a scuola dei loro ragazzi. E’ comprensibile. Voglio però assicurare loro che l’amministrazione comunale e gli uffici comunali saranno a disposizione per trovare le soluzioni ai problemi che dovessero sorgere strada facendo” conclude il sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Diocesi di Treviso, nominati i nuovi sacerdoti della provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento