Caporalato: «Fenomeno in emersione, intensificare i controlli»

La Cgil trevigiana plaude alle forze dell’ordine, Sara Pasqualin: «Il benessere del territorio passa per la legalità e per il rispetto dei diritti dei lavoratori»

L'indagine è stata condotta dai carabinieri

«Le indagini delle Forze dell’Ordine, i controlli degli Enti preposti alla vigilanza e le segnalazioni che arrivano dai Sindacati hanno portato a risultati concreti: gli arresti nella Marca confermano la presenza del fenomeno sul territorio e attestano l’impegno comune nel ripristino della legalità nei luoghi di lavoro contro lo sfruttamento delle persone»: a dirlo Rosita Battain, segretaria generale della FLAI CGIL di Treviso, relativamente agli arresti della mattina di oggi, mercoledì 6 maggio, nella zona di Roncade.

«Investire sui controlli con maggiori risorse è indispensabile per immunizzare il nostro territorio -continua Rosita Battain- questi importanti risultati nel fronte dell’emersione del fenomeno del caporalato e dello sfruttamento della manodopera in agricoltura ottenuti dalle Forse dell’Ordine e dall’Ispettorato del Lavoro nel territorio trevigiano sono anche il frutto delle sinergie messe in campo con i Sindacati. Tali episodi di sfruttamento e di maltrattamento e le condizioni di lavoro e vita imposte a questi lavoratori sono orribili e i colpevoli vanno condannati. È un male questo che colpisce in particolare il settore dell’agricoltura e che si innerva in corridoi umani internazionali. Solo uno sforzo comune può salvare queste persone dagli abusi e vaccinare il settore, dando così valore alle tante nostre aziende locali che lavorano nella legalità e nel riconoscimento della dignità e del giusto valore al lavoro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Come CGIL siamo i primi a impegnarci e a metterci la faccia, lo facciamo nel territorio e nei luoghi di lavoro e lo abbiamo fatto pubblicamente più volte denunciando il fenomeno -sottolinea Sara Pasqualin, segretario organizzativo della CGIL di Treviso- Il benessere del nostro territorio passa anche dal fondamentale aspetto del rispetto della legalità e dei diritti dei lavoratori. Un obiettivo questo che ci auguriamo possa trovare sempre più adesione e sul quale tutti i soggetti coinvolti devono investire».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento