A Roncade il comune stanzia 80mila euro per i servizi di mensa e trasporto scolastico

Il sindaco Pieranna Zottarelli: “Le misure sanitarie necessarie hanno fatto scattare l'aumento dei prezzi. Per non gravare sulle famiglie a pagare sarà l'amministrazione comunale”

La sede municipale di Roncade

 Quasi 80mila euro in più per garantire i servizi essenziali di mensa e trasporto scolastico. E' questa la somma che il Comune di Roncade ha deciso di investire per coprire quasi totalmente il rincaro dei costi di gestione, effetto delle nuove disposizioni anti- contagio. Uno sforzo importante, reso possibile grazie a un intenso lavoro da parte degli uffici competenti, che l'amministrazione ha voluto portare avanti nella convinzione che proprio questo genere di spesa rappresenti un investimento importante per il welfare cittadino. 

«L'avvio dell'anno scolastico per gli amministratori locali, così come per tutto il mondo della scuola, è stata una vera e propria corsa ad ostacoli - dichiara il sindaco  Pieranna Zottarelli – nonostante i ritardi nelle informazioni e nell'adozione delle relative linee guida del Consiglio dei Ministri siamo riusciti ad assicurare nel migliore dei modi i servizi coprendo la quasi totalità dei costi cresciuti a causa delle necessarie misure di sicurezza. Abbiamo fatto la scelta di coprire per oltre l'80 per cento il costo maggiorato dei due servizi per aiutare il più possibile le famiglie che vanno incontro all'inizio del nuovo anno scolastico. Tutto questo è stato possibile grazie a un lavoro importante da parte dei nostri uffici che ringrazio». 

E proprio per dare ampia informazione sulle novità di quest'anno il sindaco e l'assessore all'istruzione Viviane Moro hanno scritto una lettera ai genitori roncadesi trasmessa attraverso i principali canali di comunicazione. Con l'inizio del nuovo anno scolastico 2020-2021 -lunedì 14 settembre 2020- il Comune di Roncade è riuscito, ad organizzare il servizio di Trasporto Scolastico accogliendo tutte le iscrizioni pervenute fino alla data odierna. Per le iscrizioni che perverranno nei prossimi giorni le stesse verranno accolte compatibilmente ai vincoli imposti dalle Linee Guida approvate con DPCM del 7 settembre 2020. Agli iscritti verrà inviata a breve una comunicazione con la conferma dell'accoglimento e l'indicazione dettagliata delle modalità organizzative del servizio. I tragitti sono al momento confermati nell’articolazione in vigore lo scorso anno scolastico e già pubblicati sul sito del Comune. Inoltre per le vie interessate da lavori pubblici, le famiglie saranno informate a mezzo mail dall'Ufficio scolastico in merito alla dislocazione delle fermate.

L'adeguamento alle misure di contenimento del contagio e di tutela della salute, come disciplinate dalla Linee Guida, comporta un aggravio dei costi contrattuali per la ditta appaltatrice, quali provvedere ad una sanificazione, igienizzazione e disinfezione quotidiana dei mezzi e la fornitura di materiale igienizzante per ciascun mezzo adibito al trasporto. I maggiori costi, quantificati per anno scolastico nell’importo complessivo di euro 35mila euro si traducono in un maggiore costo medio per utente di 100 euro.

«L’Amministrazione Comunale ha deciso di sostenere la gran parte del maggior costo, l’80%, per gravare il meno possibile sulle famiglie - sottolineano il sindaco e l'assessore Moro – per i nuclei familiari dunque l'aumento sarà limitato a 20 euro per ciascun figlio iscritto al servizio, fatte naturalmente salve le riduzioni ed esenzioni previste».

Il  servizio di refezione scolastica, la cui organizzazione era già stata predisposta dal Comune a luglio 2020, ha dovuto subire modifiche a seguito delle necessità rappresentate dall’Istituto Comprensivo. Le modifiche prevedono l'introduzione del doppio turno in tutte le mense delle scuole primarie e l'utilizzo di vassoi multiscomparto in materiale usa e getta, ai fini di una maggiore garanzia di tutela della salute e di contenimento di possibili contagi da COVID-19.
 

«Anche in questo caso le variazioni hanno determinato un maggiore costo complessivo per anno scolastico pari a 60 mila euro – chiudono - il che implica un aumento per ciascun pasto 0,71 euro. Anche in questo caso abbiamo deciso di sostenere quasi l’85% del maggior costo, per agevolare il più possibile le famiglie che dovranno pertanto sostenere un aumento limitato a 0,10 euro a pasto». 

A Roncade il servizio mensa inizierà il 28 settembre 2020Ulteriori informazioni verranno fornite tramite il portale E-CIVIS e pubblicate sul sito del Comune e sui social Comune. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento