San Cipriano e Roncade, 70 mila euro per le scuole

Il progetto del Comune incassa l'approvazione del Miur: nuovi arredi, aula didattica all’aperto e adeguamento degli spazi alle misure di sicurezza per il contrasto al Covid 19

L'atrio

Settantamila euro per rendere ancora più sicure e moderne le scuole secondaria di I grado “Martiri della Liberta’” di Roncade e dell’infanzia “F.lli Grimm” di San Cipriano. Il progetto, presentato dall'ufficio lavori pubblici del Comune guidato da Pieranna Zottarelli, ha infatti ottenuto il via libera al finanziamento da parte del Ministero dell'Istruzione. Soldi che contribuiranno alla realizzazione di nuovi interventi, all'acquisto di arredi moderni e all'adeguamento degli spazi, anche alla luce dell'emergenza epidemiologica in corso: «Nei mesi scorsi, compreso che l'epidemia sarebbe stata lunga e pensando al futuro della città e dei suoi cittadini, ci siamo messi al lavoro perché si potessero consegnare quanto prima delle scuole non solo nuove, ma anche in linea con le disposizioni di sicurezza che il Covid19 ha imposto – dichiara il sindaco della città Pieranna Zottarelli – di qui il lavoro puntuale, per il quale ringrazio tutti i nostri uffici, che ci ha permesso di accedere a questo importante finanziamento. Ci auguriamo, emergenza permettendo, che i lavori possano iniziare ed essere completati quanto prima, già nel corso delle festività natalizie».

In prima linea con il sindaco l'assessore alla scuola Viviane Moro che tiene molto al progetto: «E’ importante che anche nei momenti di emergenza prolungata non si perda mai lo sguardo al futuro per saper cogliere anche nelle difficoltà quelle occasioni utili ad innovare e migliorare”. Moro entra poi nel merito dei lavori che verranno realizzati: “All’infanzia di San Cipriano gli interventi riguarderanno la sostituzione degli arredi interni con nuove attrezzature che consentano lo svolgimento di più attività in contemporanea, lo sviluppo dell’autonomia e pratiche condivise di gestione della classe. Alle medie di Roncade invece si interverrà nell’atrio con postazioni pc ed aree dedicate ai colloqui nonché all’esterno dove realizzeremo un’innovativa aula didattica all'aperto. Questo - chiude - in un’ottica di rinnovamento della didattica che passa anche attraverso il ripensamento degli spazi scolastici».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

  • Assembramenti da happy hour in piazza Giorgione: «Sembrava di essere a Jesolo»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento