rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Attualità

Studenti e cittadini consegnano mille rose ai lavoratori del Primo Maggio

Un omaggio floreale è stato consegnato agli addetti del commercio e della GDO per ribadire che le persone e i loro diritti hanno più valore di ogni esigenza di mercato

TREVISO Decine di studenti, lavoratori, cittadini, nelle province di Venezia, Padova, Vicenza, Treviso, Rovigo e Verona hanno partecipato all'iniziativa fin dalle prime ore del mattino, per portare la propria solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori che ieri, primo maggio, non hanno potuto festeggiare (o riposarsi) perchè costretti al lavoro. In particolare, ai dipendenti della grande distribuzione e del commercio, non certo dei servizi essenziali come la sanità o i trasporti pubblici.

Un omaggio floreale è stato consegnato agli addetti del commercio e della GDO per ribadire che le persone e i loro diritti hanno più valore di ogni esigenza di mercato. Un gesto semplice, apprezzato da chi ha ricevuto le rose: molti rigraziamenti, sorrisi e abbracci, oltre che messaggi sui social network. In molti casi la solidarietà è stata espressa anche dai clienti che, questo è l'auspicio, hanno potuto riflettere sull'opportunità di fare acquisti anche il Primo Maggio.

Alcuni dipendenti delle catene della GDO nelle ore precedenti all'iniziativa avevano ricevuto dalla dirigenza l'esplicita indicazione di non accettare l'omaggio floreale. Nonostante queste intimidazioni difficilmente comprensibili, quasi tutti i lavoratori raggiunti hanno ricevuto e apprezzato le rose. L'iniziativa è stata promossa per il secondo anno consecutivo da Rete degli Studenti Medi del Veneto, Studenti Per Udu Padova, Fornaci Rosse, Binario1, Udu Venezia, Udu Verona e sostenuta da Filcams CGIL Veneto. "Facciamo sì che l'anno prossimo, almeno in questa data simbolica, nessuno sia più costretto a lavorare. Che il Primo Maggio sia davvero la festa di tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori!"

photo_2018-05-01_15-22-29-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti e cittadini consegnano mille rose ai lavoratori del Primo Maggio

TrevisoToday è in caricamento