Venerdì, 25 Giugno 2021
Attualità Via della Cartiera

Nuovo hub vaccinale a Villorba: si cerca personale volontario

Nuovo vax point all'Ex Maber: il Rotary Club trevigiano lancia un appello ai suoi iscritti. Finora i volontari rotariani hanno assistito nelle vaccinazioni oltre 150mila persone

Volontarie del Rotary impegnate nelle vaccinazioni nella Marca

Sono studenti che hanno da poco compiuto 18 anni (oppure medici in pensione e professionisti di ogni età) i quasi ottanta rotariani degli 11 club della provincia di Treviso ed anche i soci di Interact e Rotaract, le associazioni giovanili promosse dal Rotary International. A loro si sono aggiunti parenti ed amici coinvolti nella "task force" che si è spontaneamente creata nella Marca su invito del Distretto Rotary 2060 per offrire supporto volontario alla campagna vaccinale.

VOLONTARI ROTARIANI VACCINAZIONI TREVISO-3

Oltre ai rotariani trevigiani si aggiungono i soci dei Rotary Club di Jesolo, Camposampiero e Pordenone che si sono resi disponibili a offrire il loro servizio nella Marca, garantendo così un impegno continuo nelle sedi vaccinali di Villorba, Ponte di Piave, Casale, Vidor, Riese Pio X e Godega di Sant'Urbano sia come medici, sia come supporto nelle più varie mansioni. Un impegno che ha finora accompagnato alla vaccinazione, in totale sicurezza, oltre 150mila persone in tutta la Marca, alleggerendo così anche il complesso impegno organizzativo dell'Ulss 2. Dopo l'annuncio della nuova apertura del grande hub vaccinale all'ex Maber di Villorba, la direzione sanitaria trevigiana ha chiesto ai coordinatori dei volontari rotariani un maggior impegno per poter aumentare in modo significativo il numero delle vaccinazioni quotidiane: chi vorrà unirsi alla task force rotariana può inviare una mail all'indirizzo: westopcovid@rotary2060.org

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo hub vaccinale a Villorba: si cerca personale volontario

TrevisoToday è in caricamento