rotate-mobile
Attualità Centro / Borgo Giuseppe Mazzini

Da Rotterdam in visita all’ISRAA: possibile un ponte per la formazione di personale sanitario

L’obiettivo è quello realizzare scambi culturali e lavorativi per infermieri ed assistenti sociali, anche per sopperire alla carenza di personale e favorire buone pratiche

Due giorni di visita per 13 tra studenti e studentesse delle facoltà di infermieristica e scienze occupazionali dall’Università delle Scienze Applicate di Rotterdam con lo scopo di studiare il modello di ISRAA per la presa in carico e la gestione dei residenti. Obiettivo centrale di questo incontro è quello di creare un ponte transnazionale tra le case di riposo di Treviso e l’Università per favorire percorsi di formazione congiunti per le figure professionali di domani, come infermieri e terapisti occupazionali, anche attraverso tirocini curricolari formativi e scambi con programmi comunitari come l’Erasmus. Questa possibilità, non solo potrebbe essere occasione si scambio di buone pratiche, ma potrebbe aprire un nuovo corridoio in grado di sopperire alla crescente domanda di infermieri e professionisti qualificati richiesta dall’ente, grazie a piani formativi dedicati.

Nelle due giornate studio il gruppo in visita ha avuto modo di osservare le differenti sedi e servizi di ISRAA sul territorio trevigiano ed a livello internazionale, inclusi i servizi dedicati alle demenze gestiti dalla Rete Alzheimer ed il Cohousing realizzato nel quartiere di Borgo Mazzini. Uno degli elementi di riflessione comune è stato quello inerente alla carenza di vocazioni professionali in area infermieristica ed in particolare in area anziani. Insieme al Prof. Rens Martin e al Dr. Oscar Zanutto si è discusso di come approfondire tale aspetto mediante apposite ricerche congiunte che il team di esperti olandesi condurrà insieme a ISRAA.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Rotterdam in visita all’ISRAA: possibile un ponte per la formazione di personale sanitario

TrevisoToday è in caricamento