rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Attualità Roncade

Rsa di Roncade, la Fondazione attiva 5 nuovi posti letto

Grazie a questo ulteriore investimento, pari a circa 83 mila euro, la disponibilità complessiva della struttura passa da 114 a 119 posti letto

Sono 5 i nuovi posti letto che la Fondazione “Città di Roncade” ha realizzato, d’intesa con l’Amministrazione comunale, nella Rsa e che presto potranno accogliere altrettanti ospiti non autosufficienti. Ne dà notizia la presidente, Simonetta Rubinato, sottolineando che grazie a questo ulteriore investimento, pari a circa 83 mila euro, la disponibilità complessiva della struttura passa da 114 a 119 posti letto.

Si tratta di posti già inseriti nel piano di zona dell’Azienda Ulss 2, di cui la Regione ha autorizzato la realizzazione alla fine del 2020. Ultimati quindi i lavori nella scorsa estate, la Fondazione ha trasmesso alla Cooperativa Promozione e lavoro, a cui è affidata la gestione della Rsa, la documentazione necessaria per poter procedere alla richiesta alla Regione Veneto di autorizzazione all’esercizio e accreditamento degli stessi. “E’ già fissata la visita per l’autorizzazione dell'Azienda Ulss 2 per il prossimo 23 novembre – precisa la Presidente–. Espletato questo passaggio si tratterà di attendere i tempi tecnici per il rilascio del formale decreto autorizzativo da parte della Regione all’utilizzo dei posti, per il momento in regime privato sino a quando non sarà definita anche la procedura per l’accreditamento già avviata". 

La spesa sostenuta dalla Fondazione ha consentito di realizzare due nuovi servizi igienici di tipo assistito e delle camere con superficie ampiamente superiore allo standard regionale, presupposto indispensabile per poter garantire l’accoglienza di persone a mobilità ridotta. Sono inoltre già stati acquistati dalla Fondazione anche 5 nuovi letti elettrici di tipo ultrabasso (letti Alzheimer), progettati per garantire l’incolumità del paziente anche durante le ore notturne.

“In periodo di pandemia l'intervento ha richiesto dei tempi superiori a quelli preventivati, prima nel procedimento burocratico regionale per ottenere l’autorizzazione alla realizzazione dei posti, poi sul piano delle opere, per la difficoltà in questo periodo a reperire imprese disponibili e materiali. Inoltre i lavori sono stati eseguiti con modalità e precauzioni specifiche e più gravose, trattandosi di un intervento all’interno della struttura e dovendo garantire la sicurezza sanitaria degli anziani ospiti. Ringrazio dunque oltre alle ditte che hanno eseguito i lavori edili, idraulici ed elettrici anche il gestore per la collaborazione sul piano organizzativo. Confidiamo – conclude Rubinato – che per la fine dell’anno i 5 posti letto in più possano contribuire a dare risposta alle tantissime domande di famiglie in difficoltà nel trovare ospitalità per i loro cari”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rsa di Roncade, la Fondazione attiva 5 nuovi posti letto

TrevisoToday è in caricamento