rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità

Promessa del rugby muore a 15 anni per un malore, lutto alla scuola edile di Treviso

Giorgio Conte militava nella squadra under 17 del San Donà. Arrivato in ospedale con forti dolori, le sue condizioni sono precipitate in pochi giorni. Studiava presso l'istituto di via San Pelajo. Lascia mamma Eleonora, papà Roberto e un fratello, Alessandro

Un dolore improvviso alla testa, la corsa in ospedale, i giorni sospesi tra disperazione e speranza fino al tragico epilogo. Giorgio Conte, giovane promessa del rugby di San Donà di Piave, è morto a 15 anni. L'adolescente ha iniziato a stare male giovedì scorso: lamentava un mal di testa tanto forte da spingere i familiari a portarlo in ospedale. Aveva anche la febbre. I medici lo hanno ricoverato e poi hanno disposto il trasferimento a Padova, dove il suo cuore ha smesso di battere.

Giorgio frequentava la classe seconda della scuola edile di Treviso, in via San Pelajo, e amava il rugby: militava nell'under 17 del San Donà e aveva giocato l'ultima partita lo scorso 11 dicembre, in casa con il Bassano del Grappa. Non aveva patologie e, proprio per lo sport praticato, era sottoposto periodicamente a visite mediche. La sua morte ha lasciato la comunità sotto choc. «Giorgio ha passato la palla», l'addolorato commento del Rugby San Donà che su Facebook posta una foto in bianco e nero del ragazzo. Il 15enne lascia i genitori Roberto ed Eleonora ed un fratello minore, Alessandro. Il funerale sarà fissato nei prossimi giorni, probabilmente dopo Natale. Alle esequie parteciperanno i compagni di classe e di squadra che stanno organizzandosi per essere presenti e ricordare l'amico mancato troppo presto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promessa del rugby muore a 15 anni per un malore, lutto alla scuola edile di Treviso

TrevisoToday è in caricamento