Femmina di capriolo rischia di morire di parto, sindaco la salva

Il gesto del veterinario e primo cittadino di Salgareda, Andrea Favaretto. L'animale, uno degli otto ospitati nel parco di un'azienda, ha perso il piccolo che stava dando alla luce e da due giorni vagava con il suo corpicino incastrato nel grembo

Una femmina di capriolo, foto da google

Da due giorni vagava, nervosamente, nel parco di un'area verde di un'azienda di Salgareda: durante il parto di un piccolo qualcosa era andato storto, il neonato era morto ed era rimasto incastrato nel suo grembo, rischiando di ucciderla, lentamente. Il destino di questa femmina di capriolo sembrava segnato. A salvarle la vita è stato il sindaco di Salgareda, Andrea Favaretto: il primo cittadino, veterinario di professione, è riuscito a praticarle un taglio cesareo. Ad allertare Favaretto era stata un'azienda che ospita nel suo parco ben otto caprioli. La capriola era stata vista in più occasioni, nel bosco, con la testa del cucciolo che fuoriusciva senza vita dal basso ventre: durante il travaglio qualcosa è andato storto e il piccolo non è riuscito ad uscire dal corpo della madre. Con precauzione l'animale è stato catturato ed è stato salvato dal sindaco Favaretto con un'operazione fortunatamente veloce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Covid, un grafico divide l'Italia in province e Treviso finisce in "zona rossa"

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento