rotate-mobile
Attualità

Uccisa dai familiari, Treviso dà la cittadinanza postuma a Saman Abbas

Accolta dal consiglio comunale la proposta del presidente Iannicelli di conferire la cittadinanza onoraria alla 18enne di origini pakistane uccisa a Novellara. Il sindaco: «Basta femminicidi»

Il Consiglio Comunale di Treviso ha conferito lunedì 30 gennaio la cittadinanza onoraria postuma a Saman Abbas, 18enne di origini pakistane uccisa a Novellara dai familiari per aver rifiutato un matrimonio combinato. L’omicidio della ragazza ha sconvolto e indignato l’opinione pubblica, evidenziando come le piaghe dell’annullamento dei diritti delle donne, della violenza e del femminicidio siano ancora attuali e radicate.  

Il commento

«Si tratta di un segnale importante da parte dell’Amministrazione comunale che si tradurrà in iniziative volte a educare, anche coinvolgendo le scuole, i ragazzi e tutta la comunità al rispetto della libertà, dei sentimenti e delle aspirazioni - le parole del sindaco Mario Conte -. Ringrazio i membri del Consiglio comunale, uniti nella volontà di conferire la cittadinanza onoraria postuma a Saman e nel proporre iniziative per fare sì che la sua memoria si traduca fin da subito in progetti di sensibilizzazione e formazione». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa dai familiari, Treviso dà la cittadinanza postuma a Saman Abbas

TrevisoToday è in caricamento