rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Attualità San Biagio di Callalta

L'opposizione si astiene sull'adesione a Avviso Pubblico, Pd all'attacco

Giovanni Zorzi, segretario provinciale del Partito Democratico: «Aderire ha un grande valore, significa lanciare un messaggio forte e chiaro di impegno contro tutte le mafie». Valentina Pillon, capogruppo di Forza Italia a San Biagio di Callalta: «Data la delicatezza sarebbe stato opportuno una preventiva condivisone in sede di commissione mia convocata»

«Il voto di astensione delle minoranze alla proposta di adesione del comune all’associazione Avviso Pubblico, la rete di enti locali che s’impegnano a promuovere la cultura della legalità, è estremamente grave». Lo dichiara Giovanni Zorzi, segretario provinciale del Partito Democratico a Treviso, commentando quanto avvenuto in questi giorni a San Biagio di Callalta. «L’associazione, che vede il coinvolgimento di amministrazioni di tutti i colori politici, porta avanti da tempo importanti iniziative contro il rischio di infiltrazioni e pratiche mafiose nei territori – continua Zorzi -. Di recente abbiamo registrato gli allarmi da prefetto e forze dell’ordine riguardo al radicamento delle mafie anche nella nostra provincia. Aderire ad Avviso Pubblico ha un grande valore, non solo simbolico, per la comunità che si vuole rappresentare: significa lanciare un messaggio forte e chiaro di impegno contro tutte le mafie». «Che i consiglieri di minoranza presenti in aula non abbiano colto l’importanza e l’attualità di questo messaggio, nonostante gli appelli delle autorità e i gravi fatti accaduti in comuni di province vicine, è molto grave – conclude il segretario provinciale -. Lo trovo un pessimo servizio alla propria comunità».

La replica dell'opposizione: «Tema strumentalizzato dal sindaco»

«Siamo sorpresi per la grandissima attenzione mediatica da parte dei diversi esponenti della Sinistra trevigiana al nostro voto di astensione in consiglio comunale per l’adesione ad Avviso Pubblico» ha commentato Valentina Pillon, capogruppo di Forza Italia a San Biagio di Callalta «Dispiace che il Sindaco strumentalizzi un tema che ha scritto pagine nere della nostra storia per attaccare le minoranze. Data la delicatezza sarebbe stato opportuno una preventiva condivisone in sede di commissione mia convocata. Vorrei ricordare al sindaco Cappelletto che l’astenersi nel firmare un documento con conseguente impegno di spesa, non equivale ad essere in disaccordo con tale proposta né tanto meno con gli ideali che essa persegue, come già sottolineato in dichiarazione di voto. Ciò pone una seria riflessione: Cos’ha fatto in 9 anni l’amministrazione Cappelletto per combattere davvero il proliferare delle mafie? Quanti soldi sono stati stanziati a bilancio per implementare le iniziative volte a contrastare il diffondersi del fenomeno mafioso in tutti questi anni? E come mai solo ora, a pochi mesi dalla fine del suo mandato, ha ritenuto necessario l’iscrizione a questa associazione? Sul tema delle mafie e della  diffusione della cultura della legalità non ci aspettiamo una mera firma di un documento, ma atti concreti che finora non ci sono stati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'opposizione si astiene sull'adesione a Avviso Pubblico, Pd all'attacco

TrevisoToday è in caricamento