rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità San Biagio di Callalta

San Biagio: l’artista Carlo Pecorelli consegna al Sindaco il busto del combattente Gino Done’

Un busto simile a quello ora nel municipio di San Biagio si trova a Tuxpan in Messico accanto a quello di Che Guevara e un altro al centro culturale Dante Alighieri all’Avana a Cuba

Il 4 gennaio l’artista Carlo Pecorelli di Jesolo ha fatto visita al municipio a San Biagio di Callalta per donare al sindaco, Alberto Cappelletto, il busto raffigurante Gino Donè Paro. Insieme allo scultore anche l’imprenditore jesolano Sergio Dianese e lo storico Lorenzo Mazzonetto che sta elaborando uno studio sulla figura del partigiano, nato a Rovarè il 18 maggio 1924 e vissuto a San Donà di Piave dove è morto il 22 marzo 2008. Dopo aver combattuto durante la Resistenza in Veneto e Friuli, Donè è volato a Cuba tra i rivoluzionari di Fidel Castro.

Un busto simile a quello ora nel municipio di San Biagio si trova a Tuxpan in Messico accanto a quello di Che Guevara e un altro al centro culturale Dante Alighieri all’Avana a Cuba. Con la consegna Donè torna a casa, nella terra dove è nato 98 anni fa, a Rovarè nella tenuta dei conti Onesti.

«Siamo riconoscenti all’artista Pecorelli per questa donazione. Per noi è un onore ricevere il busto figurativo raffigurante un concittadino nato a Rovarè e diventato poi noto in Italia e all’estero per il suo impegno civile e la sua incredibile vita. Troveremo di certo modo per valorizzare questa opera d’arte così che possa essere ammirata dai sanbiagiesi, soprattutto dai più giovani, come memoria del nostro passato fatto di personalità come Gino Donè Paro» commenta il sindaco Cappelletto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Biagio: l’artista Carlo Pecorelli consegna al Sindaco il busto del combattente Gino Done’

TrevisoToday è in caricamento