Donazione all’asilo di Castion di Belluno dalle famiglie del centro della famiglia

Solidarietà per i danni provocati del tifone del 29 ottobre

Un'immagine della Val Disdende

Un occhio al proprio benessere psicofisico e un altro aperto sulla realtà. Durante le serate di formazione, al Centro della famiglia di Treviso diretto da don Francesco Pesce il pensiero è andato ai bambini delle famiglie colpite dal tifone nel bellunese del 29 ottobre 2018. Ed è subito scattata la solidarietà che ha permesso di inviare un bonifico di 850 euro all'asilo San Gaetano di Castion di Belluno. La struttura ha subito danni importanti al tetto con infiltrazioni d'acqua per una spesa certamente superiore alla somma raccolta a Treviso. L'evento è capitato di notte e a scuola chiusa. "Dal Centro della Famiglia”, ha detto la direttrice del San Gaetano Silvia De Bona, “è arrivato un aiuto concreto, utilissimo per il ritorno alla normalità. La solidarietà giunta da Treviso si è unita a quella di singole persone del luogo”.

La scuola paritaria di Castion, che accoglie i bimbi dal nido a cinque anni, opera e cresce grazie ad un'associazione della quale i genitori sono soci di diritto. Quest'anno ha avviato "crescere in musica", un progetto ambizioso che va dai giochi di percezione ai canti in coro, fino alla costruzione di strumenti musicali. Per qualche giorno si è temuto di dover pensare ad altro ed invece no: le attività sono già iniziate e le voci dei piccoli, guidate da un'insegnante professionale, confortano la montagna ferita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Più muscoli e meno grasso: gli alimenti che aiutano a costruire la tua massa magra

  • Tensione in tribunale, avvocato perde la testa e aggredisce il giudice

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento