Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità San Zenone degli Ezzelini

Sicurezza degli edifici, quasi mezzo milione di euro di contributi ministeriali

In partenza opere per oltre 800 mila euro, frutto del bando emanato nel 2020 riguardo al fondo per la messa in sicurezza del territorio al quale il Comune di San Zenone aveva partecipato con la richiesta di 3 finanziamenti

Quasi mezzo milione di euro per tre interventi a San Zenone degli Ezzelini. E’ quanto è stato recentemente assegnato dal Ministero dell’interno grazie allo scorrimento della graduatoria del bando emanato nel 2020 riguardo al fondo per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio al quale il Comune di San Zenone aveva partecipato con la richiesta di 3 finanziamenti.

Si tratta di 250mila euro per la riqualificazione del centro di Ca’ Rainati, progetto quanto mai atteso per la sistemazione e il restyling della piazza e dell’area verde adiacente alla chiesa di fronte alla scuola primaria il cui progetto preliminare è nelle fasi conclusive in accordo con la Curia.

A questo si aggiungono altri 150mila euro destinate ad opere di completamento urbanistico viario del centro cittadino, opere cioè che andranno ad integrare il corposo intervento previsto dall’accordo di programma con la Regione Veneto e che, vedrà anche, la realizzazione di una rotatoria all’incrocio tra via Marini e via Roma. Ed infine altri 95mila euro per la demolizione e la ricostruzione della rampa metallica e la pavimentazione in calcestruzzo della scuola secondaria di primo grado.

«E’ una soddisfazione -spiega il sindaco Fabio Marin - aver ottenuto questi 495mila euro che contribuiranno alla realizzazione di tre opere con risorse dello Stato trasferendo le risorse comunali al  finanziamento di altre importanti opere. Il finanziamento maggiore riguarda la riqualificazione del centro di Ca’ Rainati, tema di cui si parla da anni e che ora, grazie anche all’accordo con la parrocchia e la Curia, potrà finalmente trovare realizzazione. E’ una bella iniezione di risorse per il nostro territorio: procederemo quanto prima coi progetti definitivi-esecutivi per portare a termine queste tre opere».

«Si tratta - dice l'assessore ai lavori pubblici Filippo Tombolato - del nuovo marciapiede di via Marini (tratto tra via Palladio e via J. Da Ponte) per un valore 45mila euro (contributo 50% Provincia), del terzo stralcio dell’efficientamento dell’illuminazione pubblica (tratto tra il Municipio e via Valerio Giacobbo) che prevede la riqualificazione completa dell'impianto di illuminazione con cambio dei pali e delle lampade, la messa norma delle linee e dei quadri elettrici (contributo ministeriale di 140mila euro). Entrambi questi interventi contribuiranno a dare una nuova immagine all'ingresso del centro abitato di San Zenone. A questo si aggiungono 150mila, coperti con fondi propri per asfaltature, in diversi tratti stradali del territorio comunale. Inoltre, entro la fine anno verrà avviato l'appalto dei lavori per la realizzazione della pista ciclabile di via Caozzocco che ha un costo di 280mila di cui 140 mila euro finanziati dalla Regione) ed il marciapiade che collega la strada statale 248 con il centro di Liedolo. Si partirà con il primo stralcio del valore di 150mila euro. L’opera ha un costo complessivo di 320mila euro di cui 20mila euro già finanziati dalla Regione per la progettazione e altri 100mila euro in fase di concessione».

Infine, sarà installata una pensilina per la copertura all’ingresso della scuola primaria di Ca’Rainati e per la creazione di un'area di attesa che mette in sicurezza i nostri alunni dai pericoli dell'adiacente trafficata strada. L’opera del costo di 90mila euro è completamente finanziata con contributo ministeriale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza degli edifici, quasi mezzo milione di euro di contributi ministeriali

TrevisoToday è in caricamento