Legittima difesa: «Chi si difende in casa propria non dovrebbe essere nemmeno indagato»

L'ex magistrato Carlo Nordio è intervenuto al centro polivalente La Roggia a San Zenone spiegando cosa cambia dalla vecchia alla nuova legge

«La riforma della legittima difesa è buona, fa passare un messaggio di contrasto forte alla microcriminalità. Ma si poteva fare ancora di più, scriminando del tutto chi interviene per legittima difesa». Ieri sera, giovedì, il magistrato Carlo Nordio è intervenuto al centro polivalente La Roggia a San Zenone spiegando cosa cambia dalla vecchia alla nuova legge. Tre le principali novità. «L’inversione dell’onere della prova, per cui non si dovrà più dimostrare di aver agito per legittima difesa quando si viene aggrediti in casa prova, ma è lo Stato a dover dimostrare il contrario», ha detto Nordio. «Ma anche la proporzione tra reazione e offesa, che è considerata implicita, e l’accollo delle spese legali da parte dello Stato».

nordio 4-2

Nordio avrebbe fatto un passo oltre: «La legittima difesa non dovrebbe essere considerata solo una causa di non punibilità del reato, ma una scriminante del reato, perché quando una persona si difende non si dovrebbe parlare di reato e non dovrebbero nemmeno partire le indagini a suo carico». Dopo l’intervento, preceduto dalla presentazione di Maurizio de Rossi, presidente del gruppo culturale Archè, e moderato dall’avvocato penalista Ortis Pellizzer, Nordio ha risposto alle domanda del pubblico, spaziando da temi quali l’immigrazione alla durata del processo.

«Una volta che i clandestini entrano in territorio italiano è normale che gli siano riconosciuti gli stessi diritti degli italiani, sarebbe impraticabile il contrario. Il problema andrebbe risolto a monte, con l’immigrazione controllato». Sull’intasamento delle aule dei tribunali, Nordio ha invece chiuso spiegando che “per ridurre i tempi le uniche soluzioni sarebbero la depenalizzazione di alcuni reati o l’aumento delle risorse». L’incontro si è tenuto nell’ambito della rassegna “Autunno Culturale” organizzata dal gruppo culturale Archè.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nordio 2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento