Il pianoforte di Sara Anzanello donato alla comunità di Ponte di Piave

Realizzato il desiderio dei genitori di Sara, Nicoletta e Valter. Lo strumento musicale che la celebre pallavolista amava suonare ora sarà a disposizione dei cittadini

In foto un momento della donazione del pianoforte

E' stato consegnato martedì mattina, 21 luglio, alla presenza dei genitori e del compagno, il pianoforte tanto caro a Sara Anzanello. Con delibera di Giunta Comunale numero 60 del 23 giugno, l'amministrazione comunale ha accettato la donazione dello strumento musicale, da parte dei genitori di Sara Anzanello, che viene così inserito nell’inventario del Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Abbiamo accolto con entusiamo - ha dichiarato il sindaco Paola Roma – il desiderio dei genitori di Sara, Nicoletta e Valter, che avevano espresso il desiderio di donare al Comune di Ponte di Piave il pianoforte verticale mod. Tamaka By Yundai Seul di Sara. Ringrazio i genitori ed il compagno di Sara per essersi privati di un oggetto tanto caro a Sara con la volontà di metterlo a disposizione della cittadinanza. L'atrio del municipio, ospiterà da oggi in forma permanente “Il pianoforte di Sara”. Lo scorso mese di giugno  si è svolta la cerimonia di consegna delle borse di studio per i ragazzi del terzo anno della scuola secondaria di primo grado. Tra i temi proposti ve ne era uno dedicato proprio a Sara che ha preso spunto da una sua affermazione tratta dal libro “Chiamatemi ancora Anza” -  “Ci vuole il sorriso, perché il sorriso è il modo migliore per affrontare la vita. Oggi - continua Roma - i due elaborati presentati da Angelica Furino e Davide Trevisan sono messi a disposizione per la lettura proprio sopra il pianoforte». Davide ha scritto: "Ci hai fatto capire che dai problemi della vita non si deve scappare, ma bisogna affrontarli di petto, a testa alta, senza scoraggiarsi mai", mentre Angelica racconta: "Hai dato un esempio a tutti di com'è importante lo sport e di come lo è anche la vita, e di come questa deve essere vissuta nel migliore dei modi e sempre con il sorriso, come hai fatto tu". «Ringraziamo l'amministrazione comunale - hanno concluso i genitori di Sara, Nicoletta e Valter - per aver accettato la donazione. E’ una grande soddisfazione per noi sapere che Sara sarà ricordata anche tramite il suo pianoforte, visto l’amore per la sua Ponte di Piave. Ringraziamo anche  Davide e Angelica per aver ricordato Sara  come una ragazza forte, coraggiosa e guerriera che ha saputo affrontare la vita con il sorriso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento