menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Malore in portineria: dipendenti Benetton annunciano lo sciopero

Nelle giornate di sabato 29 settembre e lunedì 1 ottobre sono stati indetti due importanti scioperi a tutela dei portieri della cooperativa La stella polare chiamati alla mobilitazione

TREVISO Il sindacato generale di base ha indetto un doppio sciopero di due ore per tutti i lavoratori e soci della cooperativa La Stella Polare nelle giornate di  sabato 29 settembre e lunedì 1 ottobre rispettivamente dalle ore 14.00 alle 16.00 e dalle 04.00 alle 06.00.

Queste le motivazioni che, secondo il sindacato, hanno reso inevitabile la proclamazione della manifestazione: "Per la persistente inosservanza da parte de La Stella Polare, con evidente complicità da parte di Bensec e Benetton Group, dei parametri di legalità definiti ex art. 3.b.1, DM 269/2010 che vietano ai portieri lo svolgimento dei giri ispettivi con dispositivi elettronici in fascia oraria notturna o di chiusura al pubblico; per i recenti licenziamenti per inesistente giusta causa dei lavoratori Valentina Saran e Zefferino De Lorenzi; e per le carenze in termini di sicurezza dei luoghi di lavoro di Fabrica e Castrette più volte messi in evidenza e l'indolenza ed intempestività nell'attuazione degli interventi necessari riteniamo indispensabile indire questo doppio sciopero per i portieri e per tutti gli altri dipendenti della cooperativa".

Le richieste che i rappresentanti dei lavoratori chiedono alla cooperativa per il futuro sono le seguenti: rispetto dei tempi di riposo dei lavoratori e la riassunzione immediata dei signori De Lorenzi e Saran corrispondendo loro le differenze retributive rappresentate dal differenziale tra il trattamento Naspi e le retribuzioni che avrebbero ricevuto senza essere stati licenziati. A Benetton Group srl il sindacato chiede invece maggiori investimenti ed interventi in termini di sicurezza, finalizzati ad abbattere i fattori di rischio nelle sedi produttive di Fabrica e Castrette con particolare attenzione al miglioramento dei dispositivi di sorveglianza e di allarme anti-intrusione delle proprietà d'interesse e ai locali adibiti a portinerie. Nel caso in cui le richieste dei lavoratori dovessero restare ancora una volta inascoltate, non è da escludersi che i due scioperi in programma nei prossimi giorni possano diventare solo i primi di una lunga serie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento