menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'incontro

Un momento dell'incontro

La cultura della prevenzione inizia a scuola: gli studenti incontrano la Lilt

L'Assessore all'Istruzione di Asolo, Rosy Silvestrini: “E' stata un'occasione per i ragazzi di fare propri concetti come solidarietà, volontariato e salute”

“Non arrendersi mai”. È il motto dell'iniziativa “La LILT di Treviso incontra gli studenti” che nella mattinata di giovedì 11 marzo ha visto i ragazzi di prima media, sezioni A e D dell'Istituto Comprensivo di Asolo incontrarsi con i referenti della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. L'incontro si è tenuto in due turni nel rispetto delle vigenti norme sulla sicurezza sanitaria e si inserisce nel progetto formativo che prende il nome di “Solidarietà” avviato con la collaborazione dell’Istituto Comprensivo di Asolo (scuola media Torretti), del Comune di Asolo - Assessorato all’Istruzione, dell'Associazione Adorea organizzatrice di Asolando in rosa e di LILT Treviso.

Presenti all’incontro il dott. Alessandro Gava, presidente LILT Treviso in videocollegamento e il dott. Vittorio Baggio in rappresentanza di LILT che ha risposto alle domande che i ragazzi hanno preparato per comprendere il valore della prevenzione, conoscere i percorsi di cura e la malattia. Presente anche la prof.ssa Roberta Brescacin, il cui interessamento e impegno sono stati fondamentali nell’accompagnare i ragazzi nel percorso di preparazione all’incontro. Molte le domande e gli interventi da parte degli studenti per capire e approfondire il tema della salute e della prevenzione, aiutati per l’occasione da tre loro coetanei della classe seconda media sezione D, Caterina, Sebastiano e Margherita in veste di co-conduttori dell’incontro. 

È intervenuto anche l'Assessore comunale Rosy Silvestrini, con delega all’Istruzione, che ha portato - come vicepresidente dell’Associazione Adorea - la testimonianza dell’Asolando in rosa. Si tratta di una marcia ludico motoria arrivata alla quarta edizione e rivolta alle donne di ogni età con l’obiettivo di richiamare l’attenzione sull’importante tema della prevenzione oncologica. Per farlo collabora fin dagli esordi con LILT di Treviso e dal 2019 con AIL di Padova. Il momento ha offerto la possibilità di parlare insieme ai ragazzi di salute, benessere, prevenzione e solidarietà.

“I ragazzi hanno avuto l'occasione di fare propri concetti come solidarietà, volontariato, salute attraverso non solo gli insegnamenti dei propri docenti ma anche attraverso il racconto di persone e associazioni come LILT che ogni giorno cercano di dare il proprio contributo per promuovere la cultura della prevenzione - commenta l'Assessore Silvestrini - Un momento importante per richiamare l’attenzione sul valore della cittadinanza attiva inteso anche come impegno personale nel volontariato a servizio della comunità. Per questo rivolgo un sentito ringraziamento alla scuola, alla prof. Roberta Brescacin, al dirigente dott. Campini e alla LILT di Treviso, al dott. Gava e al dott. Baggio”.  Il prossimo incontro è in programma il 26 marzo con le classi di prima media sezioni B e C.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento