menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Scuola e salute: gli studenti di Mogliano trionfano al concorso della Regione Veneto

I bambini della scuola Giuseppe Verdi sono stati premiati nella giornata di lunedì 14 maggio. La loro storia dedicata al benessere diventerà un cartone animato grazie agli Alcuni di Treviso

MOGLIANO VENETO Sono sette le scuole primarie premiate dalla Regione Veneto e dall’Ulss 3 Serenissima al teatro Toniolo di Venezia per il miglior lavoro realizzato con il concorso “Raccontiamo la salute con 5 A”. 

Tra queste c'era anche la classe quinta della scuola ‘Giuseppe Verdi’ di Mogliano Veneto che hanno coniugato il binomio agricoltura e alimentazione partendo dal dipinto di Annibale Carracci “Il mangiatore di fagioli”. L’iniziativa, arrivata quest'anno alla sua terza edizione, ha coinvolto un migliaio di alunni di trenta scuole primarie delle sette province venete, che – guidati dai loro insegnanti – hanno visitato fattorie didattiche, sperimentato laboratori di educazione ambientale, artistica e motoria e inventato una ottantina di ‘storyboard’, per raccontare le cinque ‘A’ del benessere (ambiente, alimentazione, agricoltura, attività motoria e arte) e invitare così coetanei e adulti a mangiar sano, adottare corretti stili di vita e seguire le regole-base del benessere fisico e psicologico. 

Gli altri vincitori dell’edizione 2018 del programma-concorso sono stati gli alunni della seconde A e B della scuola ‘Vittorino da Feltre’ di Feltre, che hanno sviluppato il tema dell’importanza dell’alimentazione con frutta e verdura di stagione partendo dall’osservazione degli affreschi del santuario feltrino dei Santi Vittore e Corona; le seconde della scuola ‘Monsignor Sante Tiozzo’ di Porto Viro, che hanno valorizzato la ‘A’ dell’attività motoria; la quinta B della scuola ‘Enrico Toti’ di Mestre impegnati su corretta alimentazione e attività motoria; i ragazzi della quinta A della scuola ‘Don Lorenzo Milani’ di Chioggia che hanno abbinato alle 5 ‘A’ anche il valore dell’amicizia; le terze della scuola ‘Emilio Salgari’ di San Martino Buon Albergo di Verona che hanno utilizzato le opere d’arte per invitare a consumare frutta fresca per merenda; e, infine, i ragazzi della quarta B della scuola ‘Alessandro Manzoni’ di Casoni che hanno abbinato sport e cibo come ingredienti di base per star bene. Le ‘storie’ più belle diventeranno cartoni animati e video grazie al supporto del Gruppo Alcuni di Treviso e saranno diffuse attraverso la piattaforma Youtube in tutte le scuole. 

“La creatività e la fantasia – sottolinea l’assessore regionale alla salute e alla prevenzione - sono mezzi attraverso i quali bambini e ragazzi possono comprendere l’importanza delle cinque A della salute, cioè salvaguardare l’ambiente in cui vivono, non sprecando l’acqua e non inquinando il suolo e l’aria; comprendere le stagionalità e le peculiarità dell’agricoltura e, quindi, un uso consapevole del terreno, sempre più prezioso; conoscere l’alimentazione e stimolare una dieta più ricca di frutta e verdura; praticare l’attività motoria, per un benessere fisico e psichico; e, infine, apprezzare l’arte e le bellezze che ci circondano, come parte integrante del nostro patrimonio culturale. Il programma di prevenzione sanitaria diventa efficace se davvero riesce a coinvolgere i più giovani e a far apprendere un comportamento salutare che s’ispira a queste 5”. “L’ideazione di storie e la loro trasposizione in cartoons sono un valido strumento di sensibilizzazione al quale plaudo: quella sperimentata in oltre cinquanta classi del Veneto è una originale alleanza, vincente per allenare i giocatori di oggi e di domani alla partita per la salute”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento