Scuolabus, il Comune proroga al 31 dicembre la validità degli abbonamenti

E’ previsto un rimborso di 50 o 58 euro ad alunno per gli utenti che hanno già pagato interamente il servizio nell’anno scolastico 2019/2020

L'Amministrazione comunale di Treviso ha deciso di andare incontro alle esigenze delle famiglie degli alunni che non hanno usufruito, durante il periodo del lockdown, del servizio di trasporto scolastico a causa dell’emergenza Coronavirus. E’ previsto un rimborso di 58 euro ad alunno (per tariffa intera di 146 euro) e 50 euro (per tariffa ridotta di euro 126, prevista per il secondo figlio e successivi) per gli utenti che hanno già pagato interamente il servizio nell’anno scolastico 2019/2020 ma che terminano il percorso scolastico e non usufruiranno più del servizio scuolabus nell’ anno scolastico 2020/2021. È stata disposta inoltre la proroga al 31 dicembre 2020 della validità degli abbonamenti già pagati dagli utenti per l’anno scolastico 2019/2020 e che continueranno ad utilizzare il servizio per l’anno scolastico 2020/2021 quale recupero dei mesi di servizio non utilizzato. Gli utenti potranno versare, entro il 31 gennaio 2021, solo il saldo dell’abbonamento per l’anno scolastico 2020/2021.

Di seguito il dettaglio: gli utenti già abbonati al servizio di trasporto per l’anno scolastico 2019/2020 potranno versare 87,60 euro in un’unica soluzione entro il 30 gennaio 2020, importo dato dalla differenza da 146 euro (tariffa fissata per l’anno scolastico 2019/2020) e 58,40 euro (quota parte di abbonamento relativo ai mesi di marzo-giugno 2020, durante i quali non è stato utilizzato il servizio). La tariffa ridotta di 75,60 euro è fissata invece a partire dal secondo figlio e successivi iscritti al servizio di trasporto scolastico e ad alunni diversamente abili. L’unica soluzione potrà essere corrisposta entro il 30 gennaio 2021 e rappresenta la differenza tra 126 euro e 50,40 (quota parte di abbonamento non utilizzata nel periodo marzo-giugno 2020). I nuovi abbonati corrisponderanno 146 euro in un’unica soluzione entro il 29 novembre 2020 o in due rate di 73 euro di cui la prima entro il 29 novembre e la seconda entro il 30 gennaio. A partire dal secondo figlio e successivi è prevista invece la somma di 126 euro (unica soluzione 30 gennaio 2021) o due rate da 63 euro (la prima entro il 29 novembre e la seconda entro il 30 gennaio).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento