Attualità Montebelluna

Scuole dell’infanzia paritarie: a Montebelluna scattano i bonus

Le famiglie montebellunesi beneficiarie dei 450 euro offerti dall'Amministrazione comunale sono 60, il massimo consentito dal bando

Sono 60 i beneficiari del bonus paritarie promosso dall’amministrazione comunale di Montebelluna a favore delle famiglie che hanno iscritto i propri figli alle scuole paritarie. Una scelta che ricalca quella dei primi tre anni di erogazione dell’incentivo introdotto su proposta dell’assessorato alle politiche familiari, data l’insufficiente disponibilità di posti nelle scuole dell’infanzia pubbliche montebellunesi che non soddisfano integralmente la domanda di servizio educativo e formativo nella fascia di età 3-6 anni, per cui oltre 300 nuclei familiari residenti usufruiscono dei servizi erogati dalle scuole dell’infanzia paritarie.

Tra i criteri per poter beneficiare del contributo, oltre alla residenza nel Comune di Montebelluna alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione e l’aver frequentato una scuola dell'infanzia paritaria per almeno 6 mesi nell'anno scolastico 2020/2021, era necessario possedere un valore ISEE minorenni inferiore a 19mila euro (per la fascia I) o compreso tra 19.000,001 euro e 40mila euro (per la fascia II), in linea con i limiti definitivi in alcuni bandi nazionali e regionali. Per il primo anno è stato utilizzato tutto lo stanziamento di 27mila euro. Le famiglie montebellunesi beneficiarie di 450 euro sono 60, il massimo consentito dal bando.

Commenta l’assessore all’Istruzione: “Quest’anno abbiamo stanziato 27.000 euro, il doppio rispetto a quattro anni fa quando è partito questo bando, e ricevuto 69 domande. Per la prima volta abbiamo esaurito tutti i 60 contributi dando priorità al valore dell’Isee e al numero dei figli nel nucleo familiare. Questo significa che la politica attiva ha colto nel segno, infatti siamo riusciti a soddisfare tutte le richieste della prima fascia che aveva il maggior numero di domande (42) e 18 beneficiari su 27 richiedenti della seconda fascia che comprende i nuclei familiari con Isee da 19.000,01 a 40.000,00. Segnalo anche la celerità con cui l’iter si è svolto per cui a poche settimane dalla scadenza del bando, prevista il 31 luglio, in pieno agosto, abbiamo già l’elenco dei beneficiari ed entro la fine del mese sarà accreditato il bonus nel conto corrente di ciascuna famiglia. La rapidità con cui l’iter si è svolto è dovuta anche al fatto che da per il secondo anno consecutivo la procedura per presentare la domanda è stata informatizzata per cui sia le famiglie sono state agevolate senza bisogno di recarsi presso il Municipio, sia il personale dell’Ufficio servizi sociali che celermente ha potuto espletare le varie pratiche di ammissione al quale va il mio plauso per l’efficienza”.

Questi i dati relativi alle quattro edizioni del Bonus scuole paritarie:

- anno 2018: sono stati erogati 50 contributi da € 250,00 l’uno. Importo complessivo erogato € 12.500

- anno 2019: erogati 36 contributi da € 300 l’uno. Importo complessivo erogato € 10.800

- anno 2020: erogati 55 contributi da € 381,81 l’uno. Importo complessivo erogato € 20.999,55

- anno 2021: erogati 60 contributi da € 450,00 l’uno. Importo complessivo erogato € 27.000

“Sottolineo infine come l’importo complessivo, solo per i bandi estivi a sostegno delle famiglie sia pari a 100 mila euro, cifra decisamente importante che finisce direttamente nelle tasche dei genitori montebellunesi. Al mio ingresso come assessore infatti non esistevano risorse dedicate specificatamente alle politiche familiari mentre ora, anno dopo anno, destiniamo dei fondi rilevanti e ad hoc per supportare famiglie e minori che rappresentano il cuore pulsante e il futuro della nostra città”, conclude l’assessore alle Politiche familiari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole dell’infanzia paritarie: a Montebelluna scattano i bonus

TrevisoToday è in caricamento