menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Zaia durante il punto stampa

Luca Zaia durante il punto stampa

Covid, Zaia: «Scuole superiori chiuse fino al 31 gennaio in Veneto»

Lunedì 4 gennaio Luca Zaia e il dottor Flor hanno fatto il punto dell'emergenza Covid in Veneto. Nuova ordinanza regionale, già fatto il 43% dei vaccini disponibili in Veneto

«Ho firmato una nuova ordinanza regionale per tenere chiuse le scuole superiori in Veneto fino a fine gennaio. Tifiamo perché la scuola sia in presenza ma, dopo vari confronti con il Governo, abbiamo deciso di continuare solo con la didattica a distanza».

SCARICA L'ORDINANZA

Nel primo punto stampa del 2021, il Governatore Luca Zaia ha firmato una nuova ordinanza regionale per prolungare la didattica a distanza per tutti gli istituti sanitari fino al 31 gennaio. «Il Veneto non sarà l'unica regione a prendere questo tipo di provvedimento. Non è una sfida al Governo - ha spiegato Zaia - e il problema non sono i mezzi di trasporto. Eravamo pronti per ripartire al 75% di capienza. Gli esperti ci dicono che non è prudente un ritorno in classe nelle prossime settimane. Domenica sera (3 gennaio) ho avuto una videoconferenza con i Ministri Boccia e Speranza. L'Italia è due settimane in ritardo rispetto alla curva dei contagi europea. Nonostante le restrizioni il numero dei positivi continua a crescere anche in Paesi come Francia e Germania. In Gran Bretagna hanno 60mila casi al giorno. In Veneto abbiamo una situazione atipica: stiamo facendo restrizioni da 15 giorni e le curve non stanno scendendo (ma neanche aumentando, sono stabili). Ai cittadini dico: facciamo in modo di ridurre al minimo le occasioni di incontro. Non dobbiamo mandare al collasso la sanità veneta. Vedere gente positiva al virus che non rispetta l'isolamento o fornisce recapiti sbagliati alle Ulss per non farsi trovare mi lascia sconcertato - ha concluso Zaia - Il mio pensiero va alle attività produttive, spero arrivino i ristori. Stiamo spingendo al massimo sui vaccini proprio per uscire al più presto da questa situazione. Il Governo sembra intenzionato ad abbassare il livello dell'indice Rt a 1 per far entrare una regione in zona arancione. Al momento non sappiamo qual è il nostro Rt. Abbiamo sempre accettato le classificazione sui colori del Governo. Continueremo a farlo». 

Il direttor Flor ha poi spiegato: «L'ordinanza sulla chiusura delle scuole superiori in Veneto riguarda 117mila studenti e 18mila unità del personale scolastico. Ogni volta che abbiamo trovato un positivo alle superiori sapevamo che c'era il 25% di probabilità che avesse già contagiato almeno un altro compagno di classe. Asili nido, elementari e medie avevano percentuali molto più basse, per questo resteranno in presenza. Da quasi un mese in mezzo i ricoveri nei reparti di terapia non intensiva sono stabili. Vuol dire che c'è un equilibrio tra chi guarisce e i nuovi malati Covid. Nonostante la zona rossa degli ultimi giorni, questo dato non è migliorato e ci dice che avremo nuovi pazienti in rianimazione nelle prossime settimane. Oggi i ricoverati in rianimazione a livello regionale sono 378 (56 i posti letto in terapia intensiva ancora liberi in Veneto, su un totale di 700 posti disponibili), 330 i pazienti in terapia subintensiva. Non vogliamo ridurre altre attività ospedaliere extra-Covid - ha concluso il dottor Flor - La situazione merita di essere affrontata con la massima serietà. I pazienti sintomatici in isolamento domiciliare sono in media 2200 al giorno. A marzo chi era in isolamento veniva chiamato due volte al giorno. Oggi il numero delle persone in isolamento è molto più alto. In centinaia non rispondono al telefono oppure l'operatore si sente rispondere il messaggio registrato di numero inesistente. In questo caso stiamo valutando di segnalare queste persone alle forze dell'ordine». 

Il bollettino di Azienda Zero

Sono 1682 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore, 12,72% il tasso di incidenza. 94956 positivi ad oggi in Veneto. 3459 i ricoverati negli ospedali di cui 400 in terapia intensiva (+4 rispetto a ieri). Sono 50 i decessi nelle ultime 24 ore in Veneto. 16.748 vaccinazioni già fatte in Veneto, pari al 43% delle dosi disponibili in magazzino. Entro la fine della settimana il Veneto conta di arrivare a 70mila vaccini fatti.

Il video della diretta

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Con un "gratta e vinci" da 5 euro ne vince 500mila

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ladri armati dentro casa, agricoltore picchiato e derubato

  • Attualità

    Conegliano, l'ospedale di comunità torna Covid free

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento