Arrivano 200mila euro dalla provincia, "sbloccata" la rotatoria di Falzè di Piave

L'intervento, teso a incrementare la sicurezza degli utenti della strada e la fluidità del traffico, riguarda due strade provinciali: la SP 34 “Sinistra Piave” e la SP 4 “di Pedeguarda”

Il bivio di Falzè

Grazie al contributo di 200mila euro assegnato nei giorni scorsi dalla Provincia di Treviso il Comune di Sernaglia potrà cofinanziare il progetto, da un milione di euro, per la sistemazione a rotatoria dell'intersezione tra le vie Mercatelli Sant'Anna, Pieve di Soligo e al Bivio, progetto che a settembre aveva ottenuto il parere favorevole degli uffici competenti della Provincia e che potrà contare anche su un contributo di 300mila euro da parte della Regione.

L'intervento, teso a incrementare la sicurezza degli utenti della strada e la fluidità del traffico, riguarda due strade provinciali: la SP 34 “Sinistra Piave” e la SP 4 “di Pedeguarda”, entrambe dal km 0. Al posto dell’attuale incrocio a precedenza tra via Mercatelli Sant’Anna, via Pieve di Soligo e via al Bivio, il progetto prevede di realizzare una rotatoria con un diametro esterno di 28 metri e un anello stradale costituito da due corsie di 4 metri con banchine di mezzo metro per una larghezza complessiva di 9 metri a cui si aggiungerà una corona sormontabile larga 1,5 metri per agevolare le manovre dei mezzi pesanti di maggior dimensione. Nella rotatoria si innesteranno quattro bracci: tre sono gli attuali assi mentre il quarto, solo in uscita, sarà costituito da via Cal di Val. Nella parte nord-ovest della rotatoria è prevista la realizzazione di un percorso ciclopedonale di larghezza utile pari a 2,5 metri, che prosegue sia sul lato ovest della SP 4 che su quello nord della via al Bivio (SP 34), fino alle fermate del trasporto pubblico locale in direzione di Sernaglia. La posizione delle attuali fermate verrà leggermente modificata in modo che siano una posticipata rispetto all’altra, secondo il rispettivo senso di marcia. Ciò consentirà di rendere maggiormente sicuri gli attraversamenti da parte dei pedoni in quanto avverrebbero posteriormente agli autobus, che quindi non costituirebbero un ostacolo alla visibilità reciproca tra utenti a piedi e veicoli in transito.

«La sicurezza è al primo posto -commenta il sindaco Mirco Villanova- il progetto della rotatoria "al Bivio" a Falzè di Piave è importante soprattutto per la messa in sicurezza di un incrocio oggi pericoloso ed è diretto a facilitare il traffico e la viabilità e a garantire una maggiore tutela a pedoni e ciclisti. È un'opera significativa per il nostro Comune ed è anche una dimostrazione importante di come la Provincia, attraverso il suo contributo, sia vicina al nostro territorio».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

Torna su
TrevisoToday è in caricamento