Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Liberalizzazione del mercato di energia e gas: come riconoscere e prevenire le truffe

Incontro pubblico mercoledì 29 gennaio a Sernaglia della Battaglia

Il gas metano

Mercoledì 29 gennaio alle 20.15 la Federazione Pensionati Cisl Fnp Belluno Treviso - zona Pieve di Soligo, e Adiconsum Veneto, con il patrocinio del Comune di Sernaglia della Battaglia, organizzano nella Sala polifunzionale del Municipio di Sernaglia un incontro pubblico sul tema della liberalizzazione del mercato dell’elettricità e del gas. “Come riconoscere e prevenire le truffe, come leggere la bolletta e come orientarsi nella scelta dell’operatore nel mercato libero” è il titolo dell’iniziativa, che vedrà l’intervento di Valter Rigobon, presidente regionale di Adiconsum e di Laura Fontana, responsabile della Fnp per la zona di Pieve di Soligo e Quartier del Piave.

La legge della concorrenza approvata nel 2017 prevedeva la fine del mercato di tutela per l’energia elettrica e il gas dal 1° luglio 2020. Scadenza rimandata dal recente decreto Milleproroghe al gennaio del 2022. A partire da quella data, i consumatori potranno scegliere a quale azienda affidarsi per i contratti della luce e del gas, in un mercato libero nel quale gli operatori lavoreranno in regime di piena concorrenzialità. Le aziende hanno già iniziato la campagna pubblicitaria per conquistare una fetta di mercato importante, tenendo conto che le famiglie che in Italia non hanno ancora scelto il mercato libero sono circa 20 milioni.

Adiconsum ha recentemente aderito al “Manifesto per l’energia del futuro”. A fronte dell’ennesimo slittamento del completo superamento del mercato di tutela dell’energia, Adiconsum, assieme alle altre associazioni dei consumatori, ribadisce la necessità di una definizione chiara delle fasi del processo, affinché esso possa svilupparsi in tempi certi e nel rispetto delle giuste garanzie per i consumatori. In particolare, le Associazioni Consumatori del Manifesto per l’Energia del Futuro chiedono interventi concreti per la definizione dell’Albo dei venditori, in grado di garantire affidabilità tra gli operatori del mercato e porre rimedio ad una situazione che vede attualmente presenti sul mercato oltre 400 venditori, non tutti dotati dei necessari requisiti; regole adeguate e strumenti informativi che permettano al consumatore di poter scegliere in maniera consapevole tra le diverse offerte presenti sul mercato; interventi normativi mirati a ridurre il prezzo dell’energia, oggi pesantemente gravato da componenti improprie; provvedimenti adeguati per supportare i consumatori che vivono la condizione di povertà energetica, quale ad esempio il rafforzamento del bonus energia. Tutti interventi finalizzati a garantire ai consumatori la possibilità reale di effettuare delle scelte in un vero libero mercato.

Sono sempre numerosi gli anziani che si rivolgono alle sedi dei Pensionati Cisl per avere chiarimenti e per informare del fatto che vengono contattati tramite il porta-a-porta da promoter di aziende del libero mercato che chiedono anche in maniera insistente copia delle bollette dell’Enel. I cittadini sono spesso disorientati e temono di essere truffati o di fare delle scelte senza le necessarie informazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liberalizzazione del mercato di energia e gas: come riconoscere e prevenire le truffe

TrevisoToday è in caricamento