rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Attualità Spresiano

Servizi territoriali, 37 comuni del distretto di Treviso uniscono le forze

Spresiano capofila di un progetto che vede riuniti alcuni dei principali centri della Marca per la gestione dei servizi sociali. Il sindaco Della Pietra: «Rivoluzione a favore dei cittadini»

Mai come in questo periodo, con l'aumento dei casi di disagio e difficoltà tra la popolazione, si parla di implementare e rafforzare i servizi territoriali. Dalla Marca parte dunque un'iniziativa che ha l'obiettivo di condividere progettualità e gestione di benefici per i cittadini. Un modello che unisce ben 37 comuni del distretto di Treviso è stato approvato nell'ultimo consiglio comunale a Spresiano. È lo schema di convenzione per la gestione associata delle misure comunitarie, nazionali e regionali per l'inclusione sociale nell'Ambito di Treviso, le Ats (ambito territoriale sociale). 

I commenti

«Il Comune di Spresiano, si conferma soggetto trainante e punto di riferimento, come già fatto in passato, e prosegue sulla linea di condivisione con gli altri Comuni di progettualità importanti, di cui riveste il ruolo di capofila - spiega il vicesindaco Roberto Fava - come ad esempio il "Piano Giovani Regionale condotto dall’assessore Pol",  il "Caffè Alzheimer", il progetto "Passi d'argento", il progetto Pnrr "Casa Santin - polo senza frontiere” e il ruolo tecnico-politico rivestito all'interno dei Piani di Zona”. I servizi che verranno rafforzati secondo questo nuovo schema sono il servizio sociale professionale ovvero il rapporto assistenti sociali-residenti, il servizio di pronto intervento sociale, i servizi per la residenza fittizia. "Confermato, ancora una volta, il ruolo chiave del Comune di Spresiano, i cui Servizi Sociali sono impegnati in prima linea, in quanto inseriti nel Nucleo Operativo Territoriale che ha una fondamentale importanza nella definizione delle linee di indirizzo delle progettualità e nel definire le priorità nell'utilizzo delle risorse».

«In questi anni l’investimento dell’amministrazione nel sociale è stato davvero importante - conclude il sindaco Marco Della Pietra -  tanto da vederci assegnata un premio per l’assunzione di una nuova assistente sociale, il cui concorso è in fase conclusiva, e che porterà dal 1° giugno l’organico a 4 assistenti sociali e 1 amministrativo, oltre all’assistenza domiciliare con due operatori in convenzione, e che ci pone in un rapporto assistenti/cittadini molto al di sotto della media. Per noi il sociale è e rimarrà sempre una priorità». Una rivoluzione che rafforzerà servizi a favore del cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi territoriali, 37 comuni del distretto di Treviso uniscono le forze

TrevisoToday è in caricamento