menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incrocio tra via Chive e via Bassanese

L'incrocio tra via Chive e via Bassanese

Messa in sicurezza tra via Di Vittorio e via Contea: approvato il progetto definitivo

Questi interventi, in particolare l’arretramento del marciapiede, richiederanno anche l’esproprio di due aree di proprietà dei privati

Sarà coperto con un contributo della Provincia di 70mila euro l’atteso intervento per la messa in sicurezza dei percorsi pedonali lungo la S.P. 248 nel tratto da via G. Di Vittorio a via Contea. La restante parte, invece, dello stesso importo, sarà coperta con risorse comunali, per un importo complessivo previsto per l’opera di 140mila euro. Il progetto definitivo, basato su quello di fattibilità tecnica ed economica realizzato dagli stessi uffici tecnici comunali di Montebelluna, prevede una serie di interventi sul lato sud della Strada provinciale, allo scopo di mettere in sicurezza un tratto molto trafficato ed in cui non è raro che i veicoli viaggino a velocità elevata.

Interviene l’assessore ai lavori pubblici, Michele Toaldo: «L’intervento prevede il completamento del marciapiede di collegamento tra quello esistente lungo via Di Vittorio, che arriva fino alla fermata del bus in via Bassanese, e quello sulla stessa via che si interrompe ad est dell’incrocio tra la via Di Chive e via Contea. In particolare, proprio in questa zona, dove sono collocate due piante a sud della Bassanese ed in prossimità dell’incrocio, verrà arretrato il marciapiede così da renderlo più sicuro rispetto alla collocazione attuale. L’ultimo tratto di intervento riguarderà il marciapiede mancante ora in via Bassanese, oltre via Contea, nella piccola ora sterrata e la realizzazione di un attraversamento pedonale semaforizzato sulla SP 248 così da creare un collegamento con la pista ciclopedonale di via Dei Chive che, di fatto, bypassa a nord, il tratto trafficato di via Bassanese».


Questi interventi, in particolare l’arretramento del marciapiede, richiederanno anche l’esproprio di due aree di proprietà dei privati. L’iter prevede ora la procedura espropriativa e, a seguire, il progetto esecutivo e l’affidamento della gara. I lavori sono previsti entro la fine del prossimo anno. Conclude il primo cittadino, Elzo Severin: «Si tratta di un intervento molto atteso perché riguarda un tratto viabilistico molto trafficato e dove spesso le auto viaggiano a velocità sostenuta. Proprio in questa zona, purtroppo, lo scorso anno e poche settimane fa sono avvenuti due incidenti con conseguenza mortali. Ora, anche grazie al contributo provinciale, andremo a sistemare la viabilità, con un intervento ad hoc già in programma prima degli incidenti e pensato per la sicurezza dei pedoni: è stata privilegiata la parte sud sia perché a nord sarebbe stato complesso intervenire, sia perché la parte sud è più abitata».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Con un "gratta e vinci" da 5 euro ne vince 500mila

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Si finge fruttivendolo, deruba un 61enne e fugge

  • Attualità

    Giornata della memoria: le iniziative a Treviso e provincia

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento