Mondo dell'arte in lutto: addio al pittore trevigiano Silvano Braido

Originario di Santa Maria del Rovere, viveva a Villorba. Si è spento all'età di 73 anni dopo una lunga lotta contro la Sla durante la quale non ha mai perso la passione per la pittura

Silvano Braido (Foto tratta dal suo profilo Facebook)

Ormai da tre anni era stato colpito dalla Sla, ma fino all'ultimo il pittore Silvano Braido ha cercato di resistere, sostenuto dal suo enorme amore per l'arte, lavorando fino allo scorso dicembre. Alla fine però il suo cuore si è arreso alla malattia, stroncandolo a 73 anni.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", Silvano Braido era originario del quartiere di Santa Maria del Rovere, nel capoluogo di Marca ma da tempo viveva e diegnava nel Comune di Villorba. Con l'amata moglie Gilda avrebbe dovuto festeggiare i 50 anni di matrimonio. Dalla loro unione sono nate due figlie: Cristina e Paola, entrambe artiste. Silvano era conosciuto soprattutto per i suoi quadri a sfondo onirico ma, da quando gli era stata diagnosticata la malattia, si era cimentato anche in disegni e acquerelli realizzati con l'ausilio di un tutore nelle ultime fasi della malattia. Ricoverato nel reparto di Prima medicina dell'ospedale di Treviso, era stato sottoposto al tampone per il Coronavirus ma le cause del decesso non sembrano essere collegate al virus. Silvano Braido ha perso la vita nella giornata di mercoledì 13 maggio, circondato dall'affetto dei suoi cari. La benedizione della salma si terrà sabato 16 maggio in cimitero a Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento