menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sei sindaci al Santa Bona per conoscere il mondo del carcere

”Un'opportunità – spiegano i sei sindaci – per conoscere una realtà di cui poco si parla come il carcere, mentre è sempre più importante il rapporto con le pubbliche amministrazioni"

TREVISO Sei sindaci in visita al casa di reclusione di Santa Bona per capire come interagire soprattutto sul fronte del reintegro nella società dei detenuti che hanno espiato la condanna.  Oggi il direttore del carcere Francesco Massimo ha guidato i primi cittadini Cristina Andretta (Vedelago, accompagnata dall'assessore Denisse Braccio), Miriam Giuriati (Casier), Paola Moro (Monastier), Rossella Cendron (Silea), Anna Soza (Maserada) e Marco Serena (Villorba) nella struttura carceraria illustrando i vari progetti che si svolgono all'interno, in modo particolare quelli seguiti dalla cooperativa Alternativa. 

Questa visita segue quella avvenuta circa un mese fa nell'analoga struttura femminile del carcere della Giudecca a Venezia. ”Un'opportunità – spiegano i sei sindaci – per conoscere una realtà di cui poco si parla come il carcere, mentre è sempre più importante il rapporto con le pubbliche amministrazioni, soprattutto per intervenire sul ridurre il tasso di recidività, ovvero il ritorno in carcere di persone che hanno già scontato una pena. In questo senso risulta molto utile la possibilità, già attiva a Villorba, che i comuni possano impiegare i detenuti per servizi di pubblica utilità, una esperienza formativa per loro in vista del ritorno in libertà senza costi per le amministrazioni comunali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento