Tempesta Vaia: il sindaco di Rocca Pietore ringrazia i dipendenti di Oras Motta

Commosso messaggio di ringraziamento da parte del primo cittadino Andrea De Bernardin. La tempesta Vaia ha causato oltre 3 miliardi di danni. Importante l'aiuto trevigiano

In foto il sindaco Andrea De Bernardin

Sul finire dell’ottobre 2018, la tempesta Vaia si abbatté sull’area montana del Nordest, e in particolar mondo sulle dolomiti bellunesi, provocando l’abbattimento di 14 milioni di alberi, danni complessivi per quasi 3 miliardi di euro e una trasformazione catastrofica di tutto il territorio.

Da allora, tutto il Veneto si è mobilitato per aiutare le comunità montane ferite. L’ultima donazione in termini di tempo arriva a sostegno del comune bellunese di Rocca Pietore, sede dei suggestivi Serrai di Sottoguda, altro luogo caduto in disgrazia: il denaro è stato raccolto dal personale dipendente dell’Ospedale Riabilitativo di Alta Specializzazione di Motta di Livenza e dell’ospedale Codivilla Putti di Cortina d’Ampezzo. All’epoca dell’iniziativa, entrambe le strutture facevano capo alla S.p.a. pubblica di proprietà dell'Ulss 2 di Treviso e del Comune di Motta di Livenza. Ieri Andrea de Bernardin, sindaco di Rocca Pietore, ha voluto mandare un videomessaggio pubblico di ringraziamento ai lavoratori delle due strutture ospedaliere: «È una donazione particolarmente sentita dall’Amministrazione di Rocca Pietore, proprio perché arriva dal personale dipendente degli ospedali di Motta di Livenza e Cortina d’Ampezzo. Questo gesto significa che la tempesta Vaia è un evento che ha colpito una comunità molto estesa, e che in tanti ci volete bene e vi ricordate di noi, anche a distanza di più un anno: che i dipendenti di due ospedali abbiano rinunciato a parte del loro compenso per mandare una donazione in aiuto al nostro territorio è un atto davvero commovente Spero di darvi a breve qualche buona notizia; parte delle donazioni, infatti, saranno indirizzate alla costruzione di strutture operative che favoriscano il lavoro di chi è stato per noi prezioso nelle ore più drammatiche: una stazione per la protezione civile con piazzola d’atterraggio per l’elicottero, e una nuova sede per i vigili del fuoco. Grazie a tutti i dipendenti dell’Oras Motta e del Codivilla Putti, da parte di tutti i rocchesani: non dimenticheremo mai il vostro gesto».

Qui sotto il videomessaggio completo del sindaco
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento