Siringhe abbandonate lungo la strada delle passeggiate: residenti in allarme

Raffica di segnalazioni nella zona di Via Foresto a Santa Lucia di Piave, a poca distanza dal centro del paese. Residenti divisi tra due ipotesi: spacciatori o dosi di insulina

La siringa ritrovata in via Foresto (Foto tratta da Facebook)

Sono mesi ormai che i residenti nel tratto compreso tra Via Foresto e Via degli Alpini a Santa Lucia di Piave trovano, lungo il ciglio della strada, diverse siringhe abbandonate. L'ultimo ritovamento, in ordine di tempo, è stato segnalato sui social lunedì 27 aprile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una situazione insostenibile e pericolosa per le famiglie con bambini che, proprio in quel tratto di strada, erano soliti uscire con i loro bambini in passeggiata. La siringa trovata lunedì si trovava in mezzo al ghiaino, non lontano dalla carreggiata. Chiunque avrebbe potuto calpestarla per sbaglio. Un problema, quello delle siringhe abbandonate, che sembra essere iniziato ben prima dell'emergenza Coronavirus. A preoccupare i residenti però è il fatto che, nonostante il periodo di isolamento obbligato in casa, le siringhe continuino a essere abbandonate. Una delle ipotesi più accreditate è che i responsabili siano spacciatori e tossicodipendenti che si muoverebbero durante la notte. «Da tempo segnaliamo che, oltre alle siringhe, ci sono anche ospiti notturni in sosta in Via Foresto, laterale di Via Silone. Spostano le transenne, entrano con le auto e poi le riposizionano così sono tranquilli e indisturbati» scrive un cittadino commentando la foto della siringa abbandonata. Ma c'è anche chi avanza una seconda possibile ipotesi: «È una cosa risaputa lungo la siepe, infatti ogni tanto passano anche i carabinieri. Giù per il fosso, invece, dove ci sono le sagome dell'Antica Fiera di Santa Lucia, sembra che vengano gettate a borsette. Potrebbe essere insulina?» Il dubbio rimane così come i continui abbandoni di siringhe lungo la strada. La speranza dei residenti è che vengano presi provvedimenti al più presto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento