rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Attualità Centro / Via Mura di San Teonisto, 16

Sit-in contro la Dad: «Chiudiamo gli schermi, apriamo le scuole»

Striscioni e slogan, sabato pomeriggio, davanti al liceo Canova di Treviso. La manifestazione organizzata dal comitato "Priorità alla scuola" ha radunato oltre un centinaio di manifestanti

Sabato pomeriggio, 20 marzo, il movimento "Priorità alla scuola - Treviso" ha manifestato davanti al liceo "Antonio Canova" contro la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado in zona rossa.

dad-canova-2

Dalle ore 15 un gruppo di genitori, studenti e insegnanti si è radunato fuori dal liceo trevigiano con striscioni e slogan indirizzati alle istituzioni. La manifestazione era stata pienamente autorizzata nei giorni scorsi e i partecipanti hanno potuto raggiungere Treviso anche da altri Comuni della provincia, nonostante la zona rossa muniti. Poco più di un centinaio i manifestanti: molti genitori, alcuni studenti, insegnanti e qualche passante. La protesta non aveva nessun legame diretto con il liceo "Canova" e i rappresentanti d'istituto ne avevano preso le distanze nei giorni scorsi. Si è trattato quindi di una nuova protesta fortemente voluta dai genitori trevigiani, sempre più contrari alla didattica a distanza: «Siamo stanchi di vedere la scuola colpita da una politica che non si interessa a studenti e studentesse - affermano i partecipanti alla protesta - La scuola è luogo di crescita e di formazione per i nostri bambini e ragazzi, ed è un diritto sancito dalla nostra Costituzione. Non possiamo più accettare queste scelte della nostra politica di sacrificare il bene più prezioso. Chiediamo il diritto alla salute per i bambini e ragazzi». Numerosi gli interventi durante il sit-in: genitori e insegnanti hanno preso la parola raccontando le loro storie e, soprattutto, le loro istanze ai presenti. "Chiudiamo gli schermi, apriamo le scuole" uno degli slogan più utilizzati dai manifestanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sit-in contro la Dad: «Chiudiamo gli schermi, apriamo le scuole»

TrevisoToday è in caricamento