menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Braccio di ferro Previmedical-sindacato: sit-in dei lavoratori davanti all'azienda

Continua la polemica tra sindacati e azienda a Preganziol. Venerdì in tarda mattinata la mobilitazione davanti ai cancelli dello stabilimento insieme alle sigle sindacali

Continua lo stato di agitazione dei lavoratori di Previmedical Spa e delle aziende del polo assicurativo di Preganziol. Un braccio di ferro che dura ormai dalla fine dello scorso settembre e che, in conseguenza alla riluttanza dei vertici aziendali a un confronto puntuale sulle questioni poste da parte sindacale per il miglioramento delle condizioni contrattuali e lavorative dei dipendenti, sfociato oggi in un altro sit-in di fronte ai cancelli dell’area dirigenziale svoltosi alle ore 12.30.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A comunicarlo è Nadia Carniato, delegata dalla Segreteria provinciale della Cgil di Treviso a gestire questa trattativa, che vede coinvolte le sigle sindacali di Filcams Cgil, Fisac Cgil e l’Ufficio Vertenze di via Dandolo. «L’azienda ha dato una brusca frenata al proseguo della trattativa. Resta dunque confermato lo stato di agitazione dei lavoratori, pronti oggi più che mai allo sciopero se nel brevissimo la situazione non dovesse cambiare – afferma la Carniato». Il sindacato chiede innanzitutto un chiarimento sul futuro stesso dell’attività, alla luce del paventato acquisto da parte di Intesa Sanpaolo del 51% di Rbm Salute, leader in Italia nelle assicurazioni e società di RB Hold Spa della quale Premivedical fa parte con Previnet. Sul piatto l’adeguamento degli inquadramenti e delle mansioni svolte, nella direzione di ridurre il dumping tra i due differenti contratti applicati in termini sia retributivi sia normativi, il nodo del contratto integrativo aziendale, che garantisca la regolamentazione delle ferie e dei permessi, la flessibilità in entrata e in uscita, la possibilità di godere del congedo parentale, l’erogazione di un premio di risultato, obiettivamente calcolabile con nuovi parametri, ed esigibile in termini monetari o in prestazioni di welfare. Inoltre, maggiori risorse sul versante della previdenza complementare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento