Giovedì, 16 Settembre 2021
Attualità

Il Veneto è la regione italiana con il più basso livello di inglese

Dati preoccupanti quelli che emergono da un recente sondaggio sulle conoscenze linguistiche dei veneti. Il 37% dei residenti in Veneto può contare solo su un livello Principiante

Un livello d’inglese avanzato costituisce un must oltre che un valore aggiunto imprescindibile, rappresentando un requisito richiesto ai professionisti dalle imprese di tutto il mondo per poter essere competitivi all’interno di un mercato del lavoro moderno e in continua evoluzione.

Nonostante ciò, secondo i dati risultati da uno studio condotto recentemente da Aba English, accademia leader nell’insegnamento dell’inglese online nel sud dell’Europa e in Sudamerica con più di 25 milioni di studenti, gli italiani non superano la prova a pieni voti: nella maggior parte delle regioni solo 1 cittadino su 10 può contare su un livello d’inglese Avanzato. Nello specifico, gli ultimi classificati in Italia risultano i veneti: solo un 10% degli intervistati in Veneto infatti dichiara di possedere un livello d’inglese Avanzato, posizionandosi al di sotto della media italiana, di per sè già piuttosto bassa (11%). In questo modo il Veneto si aggiudicherebbe il “premio” alla regione italiana con il livello d’inglese più basso: il 37% degli intervistati nella regione considera di avere un livello Principiante. Si evince che, ancora al giorno d’oggi, un livello insufficiente d’inglese sta pregiudicando l’occupazione nelle regioni italiane, sia nel caso dei residenti che accedono al mercato del lavoro, sia nel momento in cui coloro che sono già pienamente attivi sul mercato decidono di migliorare le proprie condizioni lavorative. Ben 6 italiani millennial (20-44 anni) su 10 intervistati ha dichiarato di aver perso delle opportunità lavorative a causa di un livello d’inglese insufficiente e più del 94% crede che  poter contare su un livello avanzato apra le porte al miglioramento delle condizioni lavorative – posto di lavoro o salario –. I dati raccolti rivelano che l’inglese è considerato come fattore fondamentale per migliorare le condizioni salariali, il 94% degli intervistati del nostro paese considera che le persone con un livello alto d’inglese abbiano migliori condizioni di lavoro in termini di retribuzione o di posizione lavorativa. Nello specifico, il caso del Veneto risulta indicativo: il 96% ha dichiarato che un livello d’inglese alto contribuisce a migliorare anche le condizioni lavorative. Il 28% dei veneti considera che un livello più alto d’inglese potrebbe aumentare il salario tra il 30% e il 50%.

Le carenze degli italiani nella lingua inglese si evincono in diversi settori, soprattutto in quello lavorativo: la necessità di padroneggiare l’inglese per essere competitivi nell’attuale mondo del lavoro risulta essere in continua e costante crescita. Secondo i dati raccolti nell’ultimo studio realizzato da Aba English, si evidenzia quali sarebbero i principali motivi che spingono gli italiani a voler imparare o a migliorare l’inglese. In generale, il 50% degli italiani in età lavorativa (20-44 anni) ha dichiarato che il lavoro è la forza motrice che li spinge a voler studiare inglese. Nello specifico, il 43% degli intervistati in Veneto sostiene di voler imparare o voler migliorare l’inglese per un obiettivo personale, una sfida necessaria. Migliorare l’inglese per lavoro resta comunque fondamentale: il 59% dei residenti in Veneto in età lavorativa ha segnalato il lavoro come motivazione che li spinge a voler migliorare il proprio livello. Per raggiungere l’obiettivo, i veneti hanno rivelato che imparano l’inglese soprattutto attraverso l’uso di App (40%), che risulterebbe il metodo preferito per studiare le lingue durante il tempo libero, al di sopra di altri metodi come la visione di film in lingua originale (17%), l’ascolto di musica in inglese (16%), la lettura di libri o riviste in inglese (16%), il tandem di lingua con stranieri (8%). Solo il 2% studia inglese sui libri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Veneto è la regione italiana con il più basso livello di inglese

TrevisoToday è in caricamento