rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Attualità Breda di Piave

Breda di Piave, interruzioni d'acqua potabile per 250 utenti

Mercoledì 25 gennaio, dalle 8.30 alle 17.30, i lavori di Alto Trevigiano Servizi per l’estensione della rete acquedottistica. Interessata l'intera frazione di Pero e le Vie Levada e Moretti

Alto trevigiano servizi, in collaborazione con l’amministrazione comunale, ha in programma di completare importanti lavori per l’estensione della rete acquedottistica nel territorio di Breda di Piave nel corso del 2023.

Già in questi giorni, da martedì 24 e fino a giovedì 26 gennaio, è prevista la sostituzione del nodo idraulico all’incrocio fra via Levada e via Moretti, oltre alla posa di una nuova linea idropotabile fra via Piave e via Levada. Tale cantiere si inserisce all’interno della riqualificazione dell’intersezione lungo la Strada provinciale 59 promossa dal Comune di Breda di Piave. Per consentire la realizzazione di tali opere, mercoledì 25 gennaio dalle ore 8.30 alle 17.30 (salvo imprevisti), vi sarà la sospensione dell'erogazione di acqua potabile che interesserà oltre che l’intera frazione di Pero, le vie Levada e in modo parziale via Moretti, per un coinvolgimento totale di circa 250 utenti che la società di servizio idrico integrato ha provveduto ad avvisare attraverso locandine esposte nei luoghi pubblici, l’invio di sms e il servizio ATS App. In futuro, Ats procederà con l’estensione per circa 2 chilometri della rete di acquedotto in direzione Candelù, lungo via Piave, dove attualmente sono in corso le opere per la costruzione della pista ciclabile.

Avviso sospensione

I commenti

«Breda di Piave necessita di importanti investimenti nell’estensione delle reti acquedottistiche in zone non ancora servite - spiega il direttore generale di Ats, Pierpaolo Florian -. La realizzazione delle tubazioni consentirà ai cittadini che attualmente utilizzano sistemi di captazione autonomi di allacciarsi alla rete pubblica, aumentando così la disponibilità di acqua di acquedotto nel territorio comunale. La creazione di reti a maglie chiuse, inoltre, faciliterà la disponibilità di acqua potabile in caso di periodi di scarsità, oltre che permettere una maggiore manutenibilità delle tubazioni, riducendo i costi di gestione».

«Tali lavori sono frutto della stretta sinergia fra il Comune e gli uffici tecnici di Ats finalizzata non solo alla realizzazione delle opere pubbliche indispensabili, ma anche a creare meno disagio possibile ai cittadini - conclude il sindaco di Breda di Piave, Cristiano Mosole -. Ricordiamo ai residenti che da poco sono state attivate due casette dell’acqua, in via Pio X, e in via S. M. Davanzo nella frazione di Saletto, che nel corso dei lavori rimarranno attive così da poter essere utilizzate in caso di necessità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Breda di Piave, interruzioni d'acqua potabile per 250 utenti

TrevisoToday è in caricamento