Vedelago, il Comune accoglie 27 domande per sostituire caldaie e canne fumarie

Regalo di Natale per i vedelaghesi: accolte 27 domande per contributi per la sostituzione delle caldaie e la pulizia delle canne fumarie. L'amministrazione stanzierà 12mila 200 euro

In foto: il vicesindaco Marco Perin

Regalo di Natale per i cittadini di Vedelago che hanno partecipato al bando per la sostituzione delle caldaie di vecchia generazione e per la pulizia delle canne fumarie.

Sono infatti 28 le richieste raccolte dall'Ufficio tecnico nell'ambito dell’iniziativa promossa per la prima volta dall'amministrazione che deciso di stanziare 15mila a favore di questo progetto. Spiega il vicesindaco, Marco Perin: «E’ un’operazione green volta a favorire la riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e che si inserisce nell'ambito dell’adesione da parte dell’ente, fin dal 2014, al Patto dei sindaci e che ha visto nel 2015 anche l’approvazione del Piano d’azione per l’Energia Sostenibile, il cosiddetto Paes volto al miglioramento energetico e alla riduzione dell’anidride carbonica in atmosfera del 20% entro il 2020».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La scelta di introdurre un sistema di agevolazione rivolto ai privati nasce sulla base degli studi collegati allo stesso Paes e che evidenziano come le emissioni di CO2 provenienti dall’ambito residenziali concorrano al 30% delle emissioni complessive. Delle 28 domande, 27 sono risultate accoglibili per cui, enro la fine dell’anno, il Comune erogherà 12mila 200 euro di contributi rispettivamente per: la sostituzione della vecchia caldaia con nuovo generatore a condensazione della potenza non superiore a 35 KW, alimentato a gas, di etichettatura energetica non inferiore alla classe “A” (500 euro); la sostituzione del vecchio impianto alimentato a biomassa legnosa con nuovo impianto a biomassa legnosa ad elevata efficienza energetica e basse emissioni, aventi potenza termica superiore a 5 KW e fino a 35 KW (500 euro); l’avvenuta esecuzione della pulizia delle canne fumarie a servizio di impianti termici funzionanti a biomasse legnose (75 euro). Conclude il vicesindaco: “Visto l’altro numero di adesioni e l’apprezzamento da parte dei cittadini, che ha permesso di impiegare l’interno budget stanziato, il bando sarà riproposto anche il prossimo anno con l’auspicio che siano ancora in tanti a voler approfittare di questa opportunità ecologica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento