menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sovraindebitamento, ad Asolo arriva lo sportello anticrisi

Il Comune attiverà il servizio grazie alla collaborazione con l'Associazione nazionale “Rialziamoci Italia” già autorizzata dal Ministero della Giustizia

“Rialziamoci Italia” arriva in provincia di Treviso. Si tratta di un ulteriore passo in avanti per l'Associazione nazionale sul sovraindebitamento, autorizzata dal Ministero della Giustizia, la quale da anni ha come obiettivo primario quello di diffondere e rendere accessibile la legge n.3/2012 detta “Salva suicidi”, mettendo in relazione i soggetti sovraindebitati - privati cittadini, professionisti e imprese non comprese dalla disciplina fallimentare - con le istituzioni in grado di gestire le problematiche da sovraindebitamento.  In questo delicato momento di crisi economico-finanziaria e di emergenza socio-sanitaria risulta ancora più necessario collaborare e “fare rete” con le diverse realtà attive sul territorio. Il Ministero della Giustizia ha pertanto autorizzato l'organismo di composizione della crisi “Rialziamoci Italia - Treviso” e ad oggi già 8 Comuni della provincia trevigiana hanno iniziato a collaborare con l'associazione, concedendole il loro patrocinio. 

Tra questi c'è anche il Comune di Asolo. Un primo passo messo in atto dall'Amministrazione asolana sarà quello dell'attivazione di uno sportello telematico anticrisi nazionale attraverso il quale i cittadini potranno prenotare un appuntamento con professionisti qualificati dell'associazione “Rialziamoci Italia”. Questo nell'attesa di poter garantire lo stesso sportello in presenza presso i Servizi Sociali. Il primo appuntamento con i professionisti dello sportello sarà gratuito. Si tratta di un'iniziativa che vede la collaborazione tra i due assessorati alle Attività produttive e alle Politiche sociali: il primo legato ai professionisti e alle imprese che possono essere interessate a questo tipo di assistenza, il secondo legato ai cittadini e alle famiglie. L'Amministrazione sta programmando un incontro aperto a tutta la cittadinanza, in modalità online, per poter diffondere e spiegare nel dettaglio il lavoro dell'associazione e la possibilità di assistenza e di aiuto offerta dallo sportello.  

“A causa dell’emergenza sanitaria e della conseguente crisi economica molte imprese sono già fallite e molte altre sono a rischio - afferma l'Assessore alle Attività produttive Rosy Silvestrini - Dietro ogni azienda ci sono persone e famiglie in difficoltà che non devono essere lasciate sole. La collaborazione tra il Comune di Asolo e l’associazione 'Rialziamoci Italia', quale organismo di composizione della crisi autorizzato dal Ministero della Giustizia, si propone di offrire alle imprese e ai cittadini quell’assistenza necessaria per affrontare e gestire le problematiche legate al sovraindebitamento e trovare attraverso la legge 3/2012 detta 'salva suicidi' un valido strumento per superare una situazione di crisi”.

“Con l'adesione a questa iniziativa - commenta l'Assessore alle Politiche sociali Andrea Canil - continua la collaborazione tra i due assessorati, iniziata con l'avvio dei cicli di incontri di educazione finanziaria, andando ad agire attivamente verso soluzioni di problematiche reali e contingenti. Il coinvolgimento attivo dei Servizi Sociali e l'apertura, quando le condizioni lo permetteranno, di uno sportello fisico nella sede dei Servizi Sociali stessi deve far comprendere inoltre che questo è un luogo aperto a tutti, a cui tutti i cittadini possono rivolgersi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento