Sportello per cittadini in difficoltà economica: a Montebelluna parte il servizio telefonico

Sarà un valido supporto per chi è in difficoltà. L’iniziativa è promossa dal Comune in collaborazione con alcune organizzazioni di categoria

Uno servizio informativo per i cittadini in difficoltà finanziaria-economica: è quanto viene attivato dal Comune di Montebelluna per dare gratuitamente consulenze, chiarimenti e delucidazioni in merito alla Legge dello Stato conosciuta come Legge “salva-suicidi”. Un servizio pensato originariamente per essere uno sportello ma che, date le circostanze legate al contenimento del Coronavirus, in questa fase sarà attivo telefonicamente e via mail per dare supporto ai cittadini che stanno vivendo una situazione ulteriormente complicata a causa dell’emergenza sanitaria.

L’iniziativa nasce da un accordo di partenariato firmato nelle scorse settimane tra il Comune di Montebelluna in collaborazione con alcune organizzazioni di categoria (U.P.P.I., ASCOM Treviso, Confagricoltura Treviso, C.N.A Montebelluna, Confartigianato AsoloMontebelluna) e si fonda sulla scorta della Legge “salva-suicidi” che offre una valida e forse unica via d’uscita per quei soggetti, soprattutto privati, piccoli imprenditori, professionisti, agricoltori, commercianti, ecc, che si trovano in una situazione economica critica, causata dallo squilibrio tra i debiti contratti, le entrate mensili ed il patrimonio a disposizione, in maniera più semplice hanno debiti tali da non potere essere pagati e quindi estinti.

Spiegano i rappresentanti delle associazioni: “Per queste persone, soprattutto nel caso di privati, si profila una sorta di Via Crucis giudiziaria ed economica, dove gli stessi si trovano ad affrontare situazioni irrisolvibili che finiscono per spogliargli di ogni bene materiale con ricadute anche a livello piscologico e spesso, ahimè, assai drammatiche. Si tratta di persone che sono vicinissime a noi che per pudore nascondono il problema cercando delle soluzioni molte volte non adeguate. Le conseguenze di un’azione giudiziaria a carico di un debitore sono terribili, sotto il piano economico, costringendolo a vivere senza poter fare operazioni normalissime quali: aprire un conto in banca, acquistare un’automezzo, ecc., sia sotto il profilo psicologico, ritrovandosi ai margini della società. Le norme vigenti, se ben gestite da professionisti preparati e/o dagli Organismi presenti nei territori, offrono un preziosissimo ausilio alle persone in difficoltà e questo sportello, che appena possibile sarà attivato fisicamente in uno spazio già individuato delle sedi comunali di Montebelluna e che già da ora funziona telefonicamente, si pone proprio come supporto alle persone che si trovano in queste complicate situazioni”.

Interviene il sindaco, Marzio Favero: “Ringrazio tutte le associazioni di categoria che si sono messe a disposizione per avviare questo sportello di assistenza alle persone fisiche o alle partite iva che hanno problemi di liquidità importanti. Un grazie particolare a Valeriano Gatto che si è adoperato per cucire i rapporti tra le diverse realtà. Stante la situazione del Covid-19, si parte intanto per via telematica e purtroppo questo sportello, nato per dare sostegno a chi ha bisogno di ritrovare un’agibilità sociale, trova una drammatica attualizzazione per gli effetti che il Coronavirus sta esercitando non solo sulla salute dei cittadini, che è la priorità assoluta, ma anche purtroppo in diversi casi con riverberi sulla situazione economica individuale e familiare”.

Non appena la situazione si normalizzerà, aprirà lo sportello presso il Comune il mercoledì dalle ore 16.00 alle ore 18.00 ed il venerdì dalle ore 10.30 alle 12.30 dove un esperto sarà disponibile previo appuntamento telefonico al numero 366.7228776. In attesa di poter fisicamente rendere operativo l’ufficio e al fine di mostrare la presenza concreta al fianco dei cittadini, sono attivi fin da subito i contatti attraverso l’ausilio di strumenti telematici: cellulare/whatsapp: 366.7228776; email: sportellocrisi@gmail.com. Saranno disponibili anche collegamenti videotelefonici (ad esempio via skype). Il servizio telefonico sarà attivo nelle mattine di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10.00 alle 12.00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

  • Incidente mortale in Treviso Mare: motociclista muore a 61 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento